Stampa

1° PARTITA DEL CUORE DI CALCIO FEMMINILE

1° PARTITA DEL CUORE DI CALCIO FEMMINILE

 

Roma, 7 marzo 2015 – ore 15,00 – Stadio dei Marmi

 

Solo se si ha davvero alto il concetto di “squadra“ si superano le battaglie!

 

 

 

In occasione della Festa della Donna, A.P.A.S. Onlus ha il piacere di presentare la ‘‘1° PARTITA DEL CUORE DI CALCIO FEMMINILE‘‘ una manifestazione sportiva a sfondo benefico e sociale, patrocinata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e dal CONI, oltre che da varie Istituzioni locali e nazionali, che vedrà scendere in campo, per la prima volta tante DONNE diverse, sia atlete vere impegnate sportivamente, sia attiviste e volontarie a livello politico e sociale, sia artiste del mondo dello spettacolo, tutte unite per manifestare insieme contro ogni forma di violenza e discriminazione.

L‘evento si svolgerà a Roma il giorno 7 marzo 2015 con inizio alle ore 15.00 presso la storica e prestigiosa struttura dedicata a Pietro Mennea, già Stadio dei Marmi, in Via del Foro Italico, e vedrà coinvolte le seguenti formazioni: “Res Roma Calcio Femminile“ (come squadra di casa ospitante che milita nel campionato di serie A femminile, onorando i colori della cpaitale), “Donne in Gioco“ (formazione femminile mista composta da artiste, esponenti delle varie associazioni, rappresentanti della politica e calciatrici provenienti da altre squadre e altre zone) e ItalianAttori(squadra di calcio formata da personaggi del mondo dello spettacolo televisivo e cinematografico , allenata dal mitico Giacomo Losi, ex capitano storico della AS Roma).

Dopo una presentazione delle diverse organizzazioni presenti e dei vari personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura che saranno presenti, la manifestazione inizierà con una simpatica ‘‘ouvertore“, tutta al femminile, che vedrà scendere in campo le due squadre di DONNE, in una minigara amichevole “simbolica“, che durerà 30‘ minuti (in 2 tempi da 15‘ min. ciascuno), divertendo e coinvolgendo il pubblico in una performance esclusiva ed originale.

La squadra di casa incontrerà poi la formazione maschile “ItalianAttori“ in una partita di calcio regolamentare di 90‘ minuti (in 2 tempi da 45‘ min. ciascuno) durante la quale sarà possibile mostrare al pubblico quanto possa essere entusiasmante una partita di calcio giocata alla pari tra donne e uomini, dimostrando così che anche nello sport non ci possono essere distinzioni.

L’obbiettivo, infatti, è dare visibilità al calcio femminile, in Italia, per una sua migliore conoscenza e valorizzazione, sostenendo la proposta di legge per i diritti delle donne nello sport presentata di recente alla Camera dei Deputati e, soprattutto, manifestare solidarietà a tante donne vittime di violenza e gravi abusi che, per l’occasione, saranno invitate a partecipare insieme a tanti bimbi, costretti a vivere presso i centri antiviolenza, con l’obiettivo di fargli passare una giornata spensierata, lontana dagli incubi di una vita messa duramente alla prova. Inoltre, sarà effettuata anche una raccolta di materiali utili, di prima necessità, da donare alle case famiglia che li ospitano, offrendo così anche un aiuto più concreto .

Durante la minifestazione, coinvolgendo gli ospiti presenti, ci saranno delle sorprese, con dei piccoli intrattenimenti che riempiranno le pause, tra i vari tempi di gioco, con interviste sul campo che, oltre ad approfondire le delicate tematiche trattate, legate alla violenza e ai femminicidi, serviranno soprattutto a ravvivare l’atmosfera, grazie alla partecipazione di famosi personaggi del mondo dello spettacolo, in modo da riuscire così a donare un sorriso in più ai bambini presenti.

Con questa iniziativa, realizzata appositamente in occasione di una ricorrenza così importante che, purtroppo, negli anni, ha un po’ perduto il suo vero significato, vogliamo realizzare un momento di riflessione sulla condizione femminile in Italia, in generale, ma soprattutto un processo di sensibilizzazione nei confronti dell’immagine della donna, legata ad alcuni pregiudizi che, purtroppo, esistono ancora nel nostro Paese e la penalizzano fortemente, come succede appunto nello sport.

Perciò, dev‘essere una giornata di festa, che possa essere in grado di dare un valore più profondo a questa ricorrenza che, secondo la storia, ha un significato ben diverso da quello che il consumismo commerciale tende invece ad attribuirle. Riteniamo, infatti, che sia necessario riappriopiarsi di questa giornata, di farla diventare davvero un’occasione di confronto, non solo per ricordare conquiste sociali e superate lotte tra sessi, ma piuttosto per rinnovare le alleanze tra tutti coloro che rifiutano la sopraffazione e la violenza e credono nella pace e nella solidarietà umana.

Un giorno per riflettere, dunque, sulle attuali condizioni della donna e sui passi ancora da compiere per migliorarle: solo in questo modo la data dell'8 marzo potrà assumere un valore più importante e significativo!

L’ingresso al pubblico è gratuito.

La realizzazione della manifestazione sarà resa possibile grazie alla collaborazione dei volontari dell’A.P.A.S., dell’ASD Res Roma Calcio Femminile, dell‘organizzazione nazionale ItalianAttori“, delle associazioni “Mamme nel pallone“, “Misericordia Onlus“, “Gruppo Idee“ del carcere di Rebibbia, “AISA Onlus“ e tante altre associazioni di categoria e volontariato che stanno dando il loro supporto, dai vari VIP del mondo dello sport, del giornalismo e dello spettacolo che stanno dando la loro adesione e da tutti gli operatori che hanno messo a disposizione la loro professionalità a titolo gratuito.

L’evento è patrocinato da: ANG (Agenzia Nazionale Giovani), CONI, Dipartimento Calcio Femminile LND-FIGC, Camera dei Deputati, Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, Ministero della Giustizia-Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, Regione Lazio, Roma Capitale (Assessorato allo Sport), AIC, FIDAL, FIR Rugby Femminile, ASI, FEDERITALIA e da altre organizzazioni istituzionali e sportive che stanno aderendo all’iniziativa.

 

 

Commento (0) Letture: 1288