Stampa

Vis Nova - Res Academy 0-7

Stefano figurina resQuarta vittoria consecutiva per la Res Academy che vince 7 a 0 sul campo della Vis Nova e sale in classifica a quota 19 punti.
Le giallorosse di mister Fiorucci dominano le avversarie sin dai primi minuti e chiudono il primo tempo in vantaggio per 3 a 0, grazie alla doppietta di Romanzi e al gol di Marroni.
Nella ripresa il copione non cambia e le giallorosse vanno ancora in gol con Marroni, Dessì e in altre due occasioni con Romanzi, che ad un quarti d'ora firma il proprio personale poker mettendo a segno la rete del definitivo 7 a 0.
Le dichiarazioni post gara del tecnico della Res Academy, Stefano Fiorucci: "Ottimo risultato ottenuto in casa della Vis: la squadra si è espressa bene tentando sempre di giocare in velocità. Sono felice di aver avuto la possibilità di far giocare ancora Gherghi, da poco rientrata dopo un lungo periodo di inattività".

 

Ufficio stampa Res Roma Calcio Femminile

 

Commento (0) Letture: 377
Stampa

Campionato Primavera – Quarti di finale - AGSM VERONA - RES ROMA 1-2

Reti: Pt. 15' Labate, st. 7' Simonetti, 46' Gelmetti.

Agsm Verona: Toniolo, Pavana, Giardini (25' st. Zorzi), Pelucco, Marconi, Dellera (5' st. Fasoli), Cutarelli (9' st. Zangari), Gelmetti, Ambrosi, Baldo, Dal Bianco (32' st. Brugnoli). A disp.: Bongiovanni, Dal Molin. All.: F.Comin

Res Roma: Caporro, Sclavo, Cunsolo, Greggi, Cela (43' st. Liberati), Caruso, Spagnoli (3' st. Lapenna, 40' st. Tumbarello), Simonetti, Labate (46' st. Natali), Palombi, Di Giammarino (35' st. Chiappa). All.: R.Piras.

Arbitro: Matteo Paggiola di Legnago.

 

Le giallorosse di mister Piras espugnano Verona ed accedono in Semifinale, dove affronteranno il Napoli

Con un gol per tempo la Res Roma espugna il campo del Verona ed accede alla semifinale del campionato nazionale Primavera, chiudendo al primo posto e a punteggio pieno, il girone a 3 valido per i quarti di finale. Le giallorosse giocano un bel calcio e mettono in scacco le quotate avversarie, al termine di un match ben giocato da ambo con le parti.

Mister Piras deve rinunciare alla sola Pittaccio e manda in campo dal primo minuto Caporro tra i pali, Sclavo, Cunsolo, Cela e Caruso in difesa, Di Giammarino, Greggi, Simonetti e Spagnoli a centrocampo, con Palombi e Labate in attacco.

I primi minuti di gioco sono a favore delle padrone di casa che provano ad incunearsi nella retroguardia giallorossa in piu' occasioni, senza però mai chiamare Caporro alla parata; le ospiti iniziano a macinare gioco dal decimo minuto e si rendono subito pericolose con Spagnoli, il cui tiro termina di poco alto. Un minuto dopo Palombi perde l'attimo per la conclusione a rete a pochi passi da Toniolo, mentre al dodicesimo è ancora Spagnoli a calciare in porta senza fortuna.

Al quarto d'ora il vantaggio giallorosso: lancio millimetrico di Cunsolo per Labate che entra in area e di destro sigla il gol dell'uno a zero. Il Verona prova a reagire ma non va oltre un calcio di punizione di Gelmetti che termina fuori.

La Res Roma è piu' pimpante e solo un miracolo di Toniolo impedisce al venticinquesimo a Palombi di siglare il raddoppio; il duello Palombi-Toniolo si ripete tre minuti dopo ma l'estremo difensore veronese è ancora una volta abile a deviare la palla in korner. Prima del duplice fischio Labate dal limite impegna ancora il portiere scaligero che stavolta blocca senza affanni.

Nella ripresa il copione non cambia, con le giallorosse che cercano il gol della tranquillità: al quinto Labate manda alto dall'altezza del dischetto, mentre due minuti dopo Palombi serve un assist d'oro a Simonetti che finta il tiro di sinistro e con il destro manda la palla all'incrocio, siglando il gol che vale il 2 a 0 per le capitoline. Gelmetti prova a riportare in gara le padrone di casa prima su punizione, terminata di poco a lato, e poi creando il panico nella retroguardia giallorossa, ma il risultato non cambia.

La Res Roma abbassa i ritmi del match e la gara cala d'intensità: alla mezz'ora è ancora Gelmetti a provarci dalla distanza, mentre due minuti dopo una tempestiva uscita di Caporro impedisce alla neo entrata Zorzi di infilare la palla in rete. Al trentacinquesimo Labate colpisce in pieno l'incrocio dei pali su assist di Simonetti, mentre al minuto quaranta è Caruso ad impegnare ancora una volta Toniolo.

In pieno recupero Gelmetti firma il gol della bandiera per le padrone di casa ma ormai non c'è piu' tempo per la rimonta: al triplice fischio esultano le romane che conquistano l'accesso alla semifinale scudetto, in cui affronteranno il Napoli, e il pass per la partecipazione al prossimo torneo Arco di Trento, una delle piu' prestigiose manifestazioni di calcio giovanile.

Raggiante a fine gara il tecnico capitolino Roberto Piras: "Partita capolavoro! Interpretazione impeccabile e risultato che ci va stretto per le tante occasioni create. Un plauso alle veterane che hanno guidato le più giovani in campo, che sentivano questa gara con l'ansia della prima volta. Un grandissimo "brave" inoltre a Labate per il goal ma soprattutto per il lavoro oscuro che gli avevo chiesto, poi a Sclavo che ha lottato con grande ardore e a Greggi che come sempre ha corso con grande sagacia; comunque brave tutte perché certi risultati si raggiungono con l'unione del gruppo. Oggi godiamoci questa importante vittorie e da domani penseremo al Napoli."

Commento (0) Letture: 633
Stampa

Terza vittoria di fila per la Res Academy

Terza vittoria di fila per la Res Academy che batte 3 a 2 il SS Pietro e Paolo e sale in classifica a quota 16 punti.

Mister Fiorucci manda in campo dal primo Guerrera tra i pali, Mostarda, Mosca, Verrico e Rufaida in difesa, Marroni, Di Gennaro e Celi a centrocampo, e con Francisci, Ciccarelli e Romanzi in attacco.

La gara inizia bene per le giallorosse che al quarto d’ora passano in vantaggio con Romanzi che sigla l’uno a zero su assist di Genovese. La gioia delle padrone di casa dura pochi minuti: il pareggio del SS Pietro e Paolo giunge al ventesimo con Rizzato, che beffa Guerrera e firma l’uno a uno.

Alla mezz’ora è di nuovo vantaggio Res: Verrico con un velenoso tiro-cross sorprende l’estremo difensore ospite e firma il 2 a 1; passano pochi minuti e ci pensa Ciccarelli a firmare il tris, su assist di Romanzi.

Nella ripresa il SS Pietro e Paolo prova a rientrare in partita e al ventesimo accorcia le distanze ancora con Rizzato, che firma il 3 a 2. I minuti finali sono ricchi di emozioni: le giallorosse sfiorano il poker con Romanzi e Ciccarelli, e si difendono bene nell’assedio finale del SS Pietro e Paolo, che cerca ma non trova il gol del pari.

Soddisfatto il tecnico della Res Academy, Stefano Fiorucci: “Altra ottima prestazione espressa dalla squadra, resa difficile dal caldo torrido. Prima del loro forcing finale potevamo chiudere il match ma nel complesso abbiamo dato prova di esser vivi e volenterosi. Speriamo che questa prestazione sia di buon auspicio per un ottimo finale di campionato.”

Commento (0) Letture: 430
Stampa

PRIMAVERA – RES ROMA – PERUGIA 6-0

Marcatrici: 3° Palombi – 7° Labate – 27° Simonetti – 42° Spagnoli – 70° Labate– 85° Di Giammarino (rig.)

Res Roma: Caporro, Sclavo (60' Chiappa), Cunsolo, Greggi (85' Benedetti), Cela (68' Liberati), Caruso, Spagnoli (70' Lapenna), Simonetti, Labate, Palombi (73' Natali), Di Giammarino. A disp.: De Stefano, Pezzola. All.: R.Piras

Perugia: Marrocco, Alessi (46' Accettoni), Ricci, Narcisi (47'Ranigana), Monetini (50' Fortunati), Pellegrino, Bruzzetti (39' Franciosa), Ceccarelli ( 55' Parlagreco), Giovannucci, Marinelli. A disp.: Cucchiarini, Piselli. All.: S.Belia

Espulsioni: Marrocco all’85°

 

Inizia nel migliore dei modi la fase nazionale del campionato Primavera per le giovani giallorosse della Res Roma, che battono 6 a 0 il Perugia nel primo match del triangolare valido per i quarti di finale.

Mister Piras deve fare a meno della sola Pittaccio e manda in campo dal primo minuto Caporro, Sclavo, Cunsolo, Greggi, Cela, Caruso, Spagnoli, Simonetti, Labate, Palombi e Di Giammarino.

Le "ressine" archiviano la vittoria già nel primo tempo, conclusosi sul 4 a 0 per le padrone di casa; al terzo minuto è capitan Palombi ad aprire le marcature con un tiro dal limite che supera Marrocco; passano quattro minuti e giunge il raddoppio: assist di Simonetti per Labate che stoppa la palla di petto e con un bel colpo di testa supera Marrocco.

Il Perugia prova a reagire ma non va oltre un colpo di testa di Marinelli ben parato da Caporro. Al ventisettesimo Palombi s'invola sulla sinistra e mette al centro per l'accorrente Simonetti che di destro firma il 3 a 0. Prima del riposo un bel lancio di Sclavo consente a Spagnoli di superare due avversarie e di realizzare il 4 a 0 con cui si va a riposo.

Nella ripresa il copione non cambia e sale in cattedra Marrocco che nega la gioia del gol a Caruso e Palombi, entrambe vicine alla rete in due occasioni; l'estremo difensore perugino nulla può al venticinquesimo minuto, quando Labate, ottimamente servita da Greggi, firma dall'altezza del dischetto il quinto gol capitolino.

Al quarantesimo le perugine restano in dieci per l'espulsione comminata a Marrocco, che atterra in area Greggi: il direttore di gara estrae il rosso diretto ed assegna il penalty a favore delle padrone di casa. Dal dischetto Di Giammarino non sbaglia e firma il gol del definitivo 6 a 0. Allo scadere il palo nega la gioia del gol alla neo entrata Lapenna.

In virtù di questa vittoria il team primavera della Res Roma tornerà in campo domenica prossima sul campo del Verona, che giovedì affronterà il Perugia nel secondo match del triangolare.

Ovviamente soddisfatto il tecnico della Res Roma Primavera, Roberto Piras: “Abbiamo giocato un’ottima gara, meritando la vittoria. Sono contento dell’atteggiamento delle mie ragazze, che sono scese in campo determinate e non hanno mai mollato la presa. Domenica a Verona ci giochiamo la storica qualificazione in semifinale, quindi dobbiamo subito archiviare questa vittoria, e lavorare bene in settimana in vista della delicata sfida contro le gialloblu.”

Commento (0) Letture: 717
Stampa

La Res Academy cala il poker; giovanissime sconfitte di misura

Una tripletta di Gaia Ciccarelli ed un'autorete consentono alla Res Academy di espugnare il campo del P.C. San Giorgio per 4 a 0 e di ottenere la seconda vittoria consecutiva.

Le giallorosse sbloccano la gara a metà della prima frazione di gioco e dilagano nel finale di gara, con l'autogol allo scadere che sancisce il poker capitolino.

Ovviamente soddisfatto il tecnico della Res Academy, Stefano Fiorucci: "Bella vittoria esterna, un risultato che ci fa piacere anche per le molte assenze di oggi; le ragazze hanno dato una grande dimostrazione di cuore e voglia di non mollare. Felice anche per il rientro in campo di Gherghi."

Termina invece con una sconfitta il campionato provinciale per il team giovanissime della Res Roma che perde 3 a 2 sul campo del Cecchina: le reti giallorosse portano le firme di Cosentino e Losito.

Le dichiarazioni post gara del tecnico della Res Roma, Roberto Piras: "Abbiamo dovuto fare a meno di Greggi, Sclavo, Chiappa, Natali, Usai e Liberati e questo ci ha penalizzato ma nel complesso ho visto tanta grinta e voglia di far bene. Per il resto ho avuto ottime risposte in vista dei prossimi match del campionato primavera."

Commento (0) Letture: 490
Stampa

Res Academy eroica! In 8 batte 3 a 2 il Real Colombo

Gara dai due volti per la Res Academy, che batte 3 a 2 il Real Colombo dopo un grande primo tempo e un finale di gara da brivido, dove l'unico protagonista è stato l'arbitro, che ha lasciato in 8 le giallorosse.

Tre gol, tre espulse e terza vittoria nella seconda fase della Serie C regionale: la Res Academy di mister Fiorucci batte 3 a 2 le rivali odierne del Real Colombo e sale a quota 10 punti in classifica, al termine di una gara dai due volti, con un primo tempo quasi perfetto ed una ripresa sottotono, condizionata da un arbitro irreverente e non all’altezza della situazione, che nella seconda frazione di gioco ha mostrato il cartellino rosso a tre calciatrici giallorosse.

Mister Fiorucci deve ancora fare a meno del portiere Zytko e schiera tra i pali l’attaccante Di Cicco, con Verrico, Mosca, Mostarda e Guerrera in difesa, Marroni, Di Gennaro e Orlandelli a centrocampo, e con Celi, Romanzi e Rufaida in attacco.

La gara inizia subito bene per le padrone di casa che al quarto d’ora passano in vantaggio con Rufaida; le giallorosse giocano bene, chiudono le avversarie nella propria metà campo e alla mezz’ora siglano il raddoppio con Romanzi, che al quarantesimo si ripete mettendo a segno la rete del tre a zero con cui si va negli spogliatoi.

Nella ripresa le giallorosse calano, il Real Colombo prova a farsi vedere dalle parti di Di Cicco, ma solo al ventesimo inizia davvero a rendersi pericoloso, cioè dopo l’espulsione di Mostarda, autrice di un normalissimo fallo da gioco a centrocampo: il direttore di gara punisce con il rosso il difensore ressino, mentre chiude entrambi gli occhi sulla reazione veemente della calciatrice del Real Colombo.

La superiorità numerica dà forza alle ospiti che accorciano subito le distanze al venticinquesimo, portandosi sull’uno a tre. La Res Academy gioca di rimessa e sfiora il poker alla mezz’ora: Romanzi s’invola sulla fascia e serve Genovese che dall’altezza del dischetto, tutta sola, manda incredibilmente fuori.

Gol sbagliato, gol subito: la dura legge del calcio colpisce l’Academy che subisce il 3 a 2 al trentacinquesimo.

I minuti finali sono concitati: le padrone di casa sfiorano ancora il gol con Francisci, mentre qualche minuto dopo è una gran parata di Di Cicco a negare il pari alle ospiti. A tempo praticamente scaduto contrasto ai limiti dell’area tra Orlandelli e un’avversaria: l’arbitro concede la punizione dal limite al Real Colombo ed estrae il rosso prima all’autrice del contrasto e poi a Romanzi, avvicinatasi per chiedere spiegazioni. 

La punizione termina di poco a lato, il risultato non cambia, e a fine gara i dirigenti del Real Colombo e quelli della Res Roma si scambiano reciproci complimenti chiedendosi come faccia la federazione a dare fischietto e cartellini a certe persone…

Commento (0) Letture: 592