Stampa

Giallorosse Tricolori...: ALICE TUMBARELLO

Nome e Cognome: Alice Tumbarello

Data di nascita: 9.11.2000

Ruolo: Esterna di centrocampo

Squadra del cuore: A.S ROMA

Giocatore preferito: Francesco Totti

Giocatrice preferita: Eleonora Cunsolo

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: Prima della partita ero molto emozionata all'idea di affrontare una partita così importante!

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Durante i rigori, dopo l'ottima prestazione di tutta la squadra, mi sentivo veramente molto contenta e per me quella era già stata una grande vittoria. Ho sperato fino all'ultimo insieme alle compagne!

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): All'ultimo rigore appena la palla è entrata in rete ero talmente felice che non sono riuscita a pensare a niente! Ho fatto lo scatto più grande di tutta la mia vita per raggiungere le compagne! E’ stata una emozione unica.

A chi dedichi lo scudetto: Dedico questo scudetto alla mia famiglia che mi sta sempre accanto e mi aiutata a portare avanti questa mia passione per il calcio

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: Il mio sogno è vestire la maglia azzurra E spero che il calcio femminile abbia la stessa importanza di quello maschile

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: Ringrazio il mister Piras che in questo anno mi ha fatta crescere tantissimo, un grazie grande anche al mister Fabio Claudio Ilaria Cecca e Cunsolo che ci sostengono sempre in tutto con incoraggiamenti e la loro grande passione sia per il calcio che per la società.

Commento (0) Letture: 1393
Stampa

Giallorosse Tricolori...: GIADA GREGGI

Nome e Cognome: Giada Greggi

Data di nascita: 18/02/2000

Ruolo: Centrocampista

Squadra del cuore: Roma

Giocatore preferito: Messi

Giocatrice preferita: Marta

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: A dire la verità non ero molto in ansia cercavo di concentrarmi il più possibile per affrontare al meglio la partita senza pensare a nulla

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Dopo il rigore decisivo ero felicissima e provavo una moltitudine di emozioni indescrivibili: non riuscivo ancora a credere di aver vinto lo scudetto

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Mi sentivo molto agitata perché la nostra vittoria dipendeva soltanto dai rigori.

A chi dedichi lo scudetto: Sopratutto a mamma e papá che si sono sempre sacrificati per me e poi a Fabio Melillo e Roberto Piras

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: Spero di diventare una giocatrice di fama mondiale per quanto riguarda il settore calcistico nella vita ancora non ho le idee molto chiare.

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: Mister Melillo e Piras sono due persone con grande personalità nei confronti dei quali provo molta stima ,oltre ad essere due grandi mister sono due eccellenti educator,i e sempre molto attenti e pronti ad intervenire laddove si presenti un problema, e questo è ammirevole .Cunsolo ottima persona e sempre presente a condividere con noi momenti belli e brutti e a sostenerci soprattutto nelle situazioni più critiche. Ilaria grande" irResponsabile" completa in tutto, non si lascia sfuggire nulla sempre attenta nei nostri riguardi, disponibile e protettiva quanto basta. Claudia grande esempio per tutti noi. Claudio ispira fiducia, molto disponibile e premuroso con tutti, ha sempre una parola di conforto per ognuna di noi, schietto, sincero e molto simpatico

 

Commento (0) Letture: 846
Stampa

Le giallorosse TRICOLORI...: ELEONORA CUNSOLO

Nome e Cognome: Eleonora Cunsolo

Data di nascita: 27-12-96

Ruolo: Terzino

Squadra del cuore: Roma

Giocatore preferito: Torres

Giocatrice preferita: Rita Guarino

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: Tensione

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Ho chiusi gli occhi e speravo in un urlo da parte dei tifosi

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Ho cominciato a urlare per la gioia e ho corso insieme alle mie compagne sotto la tribuna

A chi dedichi lo scudetto: Famiglia, mister Piras e società

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: Giocare all’estero e vestire la maglia azzurra ai massimi livelli. Adesso penso allo studio e spero in un buon futuro

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: A mio padre devo tutto, è riuscito a creare una bella squadra e una parte di questo scudetto va a lui, mister Piras ha sempre creduto in me considerandomi un pilastro della squadra dandomi la massima fiducia, Fabio lo ringrazio per avermi fatto crescere mentalmente e calcistica mente , Claudio le sue lacrime a fine partita mi hanno fatto capire quanto credeva in noi, Ilaria ha contribuito a tenere equilibrio nella squadra

 

Commento (0) Letture: 641
Stampa

Le giallorosse TRICOLORI...: FRANCESCA PITTACCIO

Nome e Cognome: Francesca Pittaccio

Data di nascita: 10/11/96

Ruolo: Attaccante

Squadra del cuore: Roma

Giocatore preferito: Batistuta

Giocatrice preferita: Panico

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: Prima della partita non vedevo l'ora di arrivare al campo! Ero tantissimo entusiasta! Finalmente siamo riuscite ad arrivare a quella finale tanto attesa e il fatto di non esserci mi dispiaceva moltissimo perché non potevo aiutare le mie compagne! Appena la partita è iniziato subito è arrivata l'ansia

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Durante i rigori me la stavo facendo sotto!! L'ansia era fortissima! Ma ero sicura che avremmo vinto dopo la grande rimonta

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Dopo i rigori ecco che tutta l'ansia le paure se ne sono andate! Ero troppo feliceeee ! Siamo campionesse d'italiaaaa Non so descriverlo ero emozionata! Appena finiti sono subito scesa e corda in campo a festeggiare

A chi dedichi lo scudetto: Lo scudetto lo dedico a coloro che ci hanno sempre sostenuto i mister , i dirigenti, i tifosi e alla squadra !

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: Sogni nel cassetto… Un giorno sogno di andare a giocare all'estero

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: Piras e Fabio li devo solo ringraziare! Sono persone che metto i sentimenti in quello che fanno! E durante quest'anno ci hanno insegnato moltissime cose e si sono sempre resi disponibili ad aiutarci e a farci esprimere al meglio le nostre qualità. Ilaria è onnipresente, organizza, dirige e ci sostiene ! Ovunque Anche quando non la vedi c'è ! E Claudio e Roberto ci accompagnano sempre in ogni cosa che facciamo e fanno sempre tutto quello che possono per noi

Commento (0) Letture: 609
Stampa

Le giallorosse TRICOLORI...: VIRGINIA DI GIAMMARINO

Nome e Cognome: Virginia Di Giammarino

Data di nascita: 21/02/1999

Ruolo: centrocampista

Squadra del cuore: Lazio

Giocatore preferito: Messi

Giocatrice preferita: Caruso

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: dal momento in cui la sveglia è suonata l'ansia era salita perché mi stavo rendendo conto del traguardo raggiunto.,. Non si poteva sbagliare in una partita come questa...una finale scudetto!

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): sul 2 a 0 del Firenze non ci credevo, perché la voglia di vincere era tanta ma con coraggio abbiamo ripreso la partita e siamo andate ai rigori, dove sapevo che ormai i giochi erano fatti…sono stata la prima rigorista e con voglia e freddezza sono riuscita a gonfiare la rete….e l'emozione era sempre più forte

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): ultimo e quarto rigore decisivo…Palombi sul dischetto! Dopo la doppietta sapevo che non avrebbe fallito dagli 11 metri...fischio dell'arbitro...e festa in casa RES. La prima cosa che ho fatto nonostante la mia squadra corse sotto la tribuna è stata quella di correre incontro alla nostra compagna Caruso infortunata che purtroppo non ha potuto vivere sul campo quelle emozioni!

A chi dedichi lo scudetto: prima di tutti a papà perché in questo anno calcistico nonostante non sono riuscita a raggiungere i traguardi prefissati, non ha mai smesso di credere in me! poi alla mia famiglia e a tutto il mondo RES che ci ha sempre sostenuto!

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: nella vita adesso penso a diplomarmi e a godermi questi anni fantastici… Riguardo il calcio invece spero in una maglia azzurra ma soprattutto a ritagliarmi i miei spazi in una squadra di serie A!

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: per prima cosa ringrazio tutti perché ognuno di loro ha contribuito alla mia crescita…penso siano persone fantastiche perché in quello che fanno ci mettono sempre il cuore e ho avuto la piena conferma quest'anno!

Commento (0) Letture: 732
Stampa

Le giallorosse TRICOLORI...: FILOMENA CHAID

Nome e Cognome: Filomena Chahid

Data di nascita: 10/08/99

Ruolo: Centrocampista

Squadra del cuore: Roma

Giocatore preferito: Lionel Messi

Giocatrice preferita: Simonetti per la fantasia -Villani per la capacità di mettere ordine e trasmettere sicurezza – Vanessa perché è la più brava tecnicamente -Palombi per la concretezza e l'abilità nel tiro.

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: ero emozionata e ansiosa anche se non giocavo .... Ma ero convinta che le mie compagne c'è l'avrebbero fatta.... Perché erano unite e non avrebbero mollato fino al 90 minuto...e soprattutto c'era testa e cuore... E anche perché prima che partissi avevo detto che sarei tornata campionessa d'Italia e quindi dovevo dare il massimo in panchina.

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Durante i rigori era un emozione strana tra gioia e ansia ... È come se in tutti i rigori ci stava una parte di me

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Il rigore decisivo lo avrebbe segnato chiunque lo avrebbe tirato…perché era scritto nel destino… come era scritto che dovesse essere Palombina a mettere il sigillo finale..Tiro..GOOOOlLLL CAMPIONESSE D'ITALIA. Siamo corse verso di lei e ci siamo abbracciate sotto la tribuna…

A chi dedichi lo scudetto: Lo scudetto lo dedico per prima alla mia famiglia perché mi ha sempre sostenuto e ha sempre creduto in me… E in particolare a mio nonno che non ha avuto l'opportunità di condividere questa gioia... poi alla squadra e alla società, perché era un obbiettivo che ci eravamo già prefissati da sempre, e infine a me perché anche se non ho avuto l'opportunità di giocare, è stata un esperienza unica che mi serviva per crescere ancora di più, e anche perché l'anno prossimo intendo esserci da protagonista

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: La prima cosa è completare gli studi e prendere il diploma... Poi il mio sogno diventare una calciatrice professionista diventare la calciatrice…passando per la nazionale u17, u19, maggiore segnando il gol partita della finale mondiale vincendola....e soprattutto diventare un esempio nel calcio femminile ...

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: Sul mister Piras io posso dire che credo sia il mister più qualificato e giusto che potesse capitarmi per la sua dedizione e attenzione ai dettagli.. Sul mister Fabio Melillo, lui è bavissimo nel gestire un gruppo e cerca di renderlo unito… e poi è romano e romanista doc oltre che ad essere una brava persona. Sclavo ci trasmette la carica e la grinta durante gli allenamenti.. Ilaria per noi ragazze è una chioccia, ci tiene d'occhio e ci sostiene nel bisogno... e poi è Ressina nata... Roberto Cunsolo è il nostro dirigente "diligente" e fa anche belle foto di noi ragazze in campo.. Ci segue come Ilaria in tutte le partite .. Claudia Ceccarelli infine è una persona fantastica .. Non ho mai conosciuto una persona così perché non è il semplice mister noioso e serio ma divertente e unica..... E ci da sempre dei consigli utili ...

 

Commento (0) Letture: 436