Stampa

Primavera: La Res Roma cade a Napoli

Napoli - Res Roma 2-1

Marcatrici: 33' Palombi (R) - 56' Moraca - 75' Massa

Napoli: Parnolfi, Asta (62' Cuomo), Lombardi, Russo, Cuciniello Musella, Massa, Aresu (46' Iorio), Vecchione, Moraca, De Biase. A disp.: Criscuolo, Pezzella, Papillo, R.Esposito, Albrizio. All.: M.Catalano

Res Roma: Franco, Sclavo, Liberati, Cela, Simeone, Picchi, Caruso, Simonetti, Labate (52' Di Giammarino), Palombi (56' Pagano), Greggi. A disp.: Chaid, Natali, Chiappa, Lapenna, Sclavo, Corrado. All.: F.Melillo

Arbitro:  Catanoso di Reggio Calabria

Sconfitta di misura per la Res Roma, che perde 2 a 1 contro il Napoli il match valido per la semifinale di andata del campionato nazionale Primavera, e rimanda alla gara di ritorno le speranze per la conquista della finalissima Scudetto. Le "ressine" partono bene, chiudono in vantaggio il primo tempo, ma poi sprecano tanto e vengono punite dalle padrone di casa, che sfruttano al massimo le poche occasioni concesse dalla retroguardia capitolina. Un palo, una traversa e un rigore negato chiudono il quadro della sfortunata Domenica giallorossa.

claudia palombiLa Res Roma parte bene e sfiora subito il gol con Palombi, che in velocità supera Parnolfi ma si allunga la palla, e perde l'attimo per la conclusione a rete; al terzo minuto Simonetti va in gol ma l'arbitro annulla giustamente su segnalazione dell'assistente di destra. Il Napoli ci prova all'ottavo con De Biase il cui tiro termina di poco fuori; al quarto d'ora Labate manda alto da buona posizione, mentre due minuti dopo Simonetti costringe Parnolfi ad una difficile parata. Al minuto 33 il gol che sblocca il match: scambio Greggi - Simonetti e passaggio filtrante di quest'ultima per Palombi che scatta sul filo del fuorigioco, anticipa Parnolfi e sigla il gol dell'uno a zero. Il Napoli prova a reagire ma prima Franco in uscita anticipa Moraca, e subito dopo un tiro di Massa termina fuori.

Nella ripresa le padrone di casa ribaltano il risultato ma l'avvio è di marca giallorossa: al quarto minuto Palombi approfitta di un'indecisione della retroguardia partenopea, anticipa di un soffio Parnolfi, che la atterra, con la palla che termina sul palo: l'arbitro non concede il penalty per il netto contatto che costringe Palombi a lasciare il campo zoppicante. Al sesto Caruso manda alto dall'altezza del dischetto, sciupando una ghiotta occasione. All'undicesimo il pareggio partenopeo con Moraca, che scatta sul filo del fuorigioco e con un preciso diagonale firma l'uno a uno. La Res non molla e sfiora il gol prima con Di Giammarino, subentrata ad inizio ripresa a Labate, e poi con Pagano, che colpisce in pieno la traversa. Alla mezz'ora il gol che decide il match ad opera di Massa che dalla distanza beffa Franco e firma il gol vittoria. Il finale è convulso con la Res che cerca il pari ma continua a sprecare: in due circostanze Caruso, e una volta a testa Pagano e Simonetti, non riescono ad andare in gol e al triplice fischio festeggiano le padrone di casa, che nel match di ritorno, sabato prossimo al "Vianello", potranno contare su 2 risultati su 3.

"Abbiamo sprecato troppo - ha dichiarato il tecnico romano Fabio Melillo - abbiamo avuto circa venti occasioni da gol, pur giocando in alcuni momenti con troppa confusione. Queste sono gare che devi chiudere e gestire, dove serve personalità: spero che questa gara sfortunata lasci un insegnamento utile a proseguire questo sogno scudetto."

 

Ufficio stampa Res Roma Move UP

Commento (0) Letture: 1285
Stampa

Res Roma Primavera: domani a Napoli la semifinale di andata

13442232 998813113488550 2319188234592159681 nA poche ore di distanza dalla bella vittoria sul campo del Castelfranco, la Res Roma Move Up è già pronta per affrontare in trasferta il Napoli, nel match valido per la semifinale di andata della poule scudetto Primavera. Le giallorosse di mister Melillo sono giunte al prestigioso traguardo, che vale anche l'accesso al prossimo torneo Arco di Trento, dopo aver vinto a punteggio pieno il campionato laziale e dopo aver battuto Jesina e Castelfranco nel triangolare valido per i quarti di finale; le partenopee invece, dopo aver vinto il girone campano, hanno eliminato ai calci di rigore la Pink Bari.

La sfida tra le due squadre è il remake del doppio match di un anno fa che vide le giallorosse vincere sia a Napoli che tra le mura amiche del "R.Vianello". Il match di ritorno si disputerà a Roma sabato 25 giugno e la vincente della doppia sfida incontrerà la vincente tra Verona e Mozzanica, nella finalissima scudetto che si giocherà a Firenze il prossimo 28 giugno.

"Il Napoli è una squadra ostica e aggressiva e cercheremo di fare del nostro meglio - ha dichiarato la centrocampista capitolina Miriam Picchi, match Winner contro il Castelfranco - Ognuna di noi darà il massimo perché vogliamo a tutti i costi centrare l'obiettivo della finale e provare a riconfermarci campionesse d'Italia."

Start ore 16.30 - campo sportivo "Denza" - Via Tito Lucrezio Caro, 6 - Napoli

 

Uffico stampa Res Roma Move UP

Commento (0) Letture: 608
Stampa

RES ROMA PRIMAVERA: VOLA IN SEMIFINALE

Castelfranco - Res Roma 2-3

Marcatrici: 18' Palombi - 23' Simonetti - 32' Meropini (C) - 37' Maltomini su rig. (C) - 39' Picchi

Castelfranco: Bulleri, Cirillo, Caldesi, Maltomini, De Rita, Ferrara, Meropini, Mannucci, Prugna, Consonni (61' Torrigiani), Morucci. A disp.: Valoriani, Balestri, Cerone, De Martino, Scarpellini, Dehima. All.: T.Fiorenziani.

Res Roma Move Up: Franco, Spagnoli, Cela, Simeone, Sclavo, Picchi, Caruso, Simonetti, Di Giammarino (57' Labate), Palombi (87' Lapenna), Greggi. A disp.: Chaid, Chiappa, Liberati, Natali, Pagano. All.: F.Melillo

Arbitro: Lingamoorthy di Genova Ammonita: Palombi (R) Espulsa: Spagnoli per doppia ammonizione (R)

La Res Roma espugna il campo del Castelfranco per 3 a 2, vola in semifinale del campionato Primavera ed ottiene il Pass per l'accesso al prossimo torneo Arco di Trento, prestigiosa kermesse dedicata all'elite del calcio giovanile italiano.

Le giallorosse dominano il match dall'inizio alla fine, creando tante occasioni da gol, si portano sul 2 a 0, ma rischiano di vanificare tutto a metà della ripresa, per poi chiudere definitivamente i conti grazie ad un gran gol di Picchi, tra le migliori in campo.

13479631 10208249183140800 1343396810 nLa prima frazione di gioco è priva di gol ma non di emozioni, con la Res Roma che impone il suo gioco ed il Castelfranco che si difende bene e prova a colpire in contropiede. Al secondo minuto Prugna ci prova dalla distanza ma la sua conclusione termina abbondantemente fuori. La risposta giallorossa giunge al quinto con Caruso, il cui tiro termina alto, mentre all'ottavo Picchi ci prova dall'altezza del dischetto ma trova Bulleri pronta alla parata. Al quarto d'ora Simonetti manda di nuca di poco fuori. La Res Roma mantiene sempre il pallino del gioco, colleziona corner ma non riesce a scardinare l'ottima difesa delle toscane. Nel quarto d'ora finale Palombi e Caruso ci provano con azioni personali concludendo dalla distanza, senza però la giusta fortuna, così come senza fortuna è la bella semi rovesciata di Simonetti allo scadere che termina di un soffio fuori.

Nella ripresa il copione non cambia: al terzo minuto Simonetti manda alto da calcio piazzato, qualche minuto dopo Di Giammarino di testa costringe Bulleri alla deviazione in angolo. Al decimo grande occasione per le padrone di casa: Prugna supera in velocità Simeone e da buona posizione sfiora il palo di un soffio. Al diciottesimo il gol che sblocca il match: corner di Simonetti e colpo di testa vincente di capitan Palombi che supera Bulleri e firma l'uno a zero. Passano solo cinque minuti e giunge il raddoppio: Picchi lancia Simonetti che entra in area e con un bel diagonale sigla il raddoppio.

Il Castelfranco non molla, sfiora il gol con una punizione da dentro l'area di Morucci, e poi accorcia le distanze con Meropini, che su assist di Morucci, entra in area e di sinistro manda la sfera sul palo più lontano. Passano solo due minuti e la gara si riapre definitivamente: il direttore di gara assegna un rigore molto dubbio alle padrone di casa ed espelle per doppia ammonizione Spagnoli. L'esecuzione dal dischetto di Maltomini è perfetta e il Castelfranco pareggia i conti portandosi sul 2 a 2.

In 11 contro 10 e sulle ali dell'entusiasmo il match sembra volgere tutto a favore delle padrone di casa, ma la Res Roma dimostra di essere la squadra campione d'Italia in carica, formata da un gruppo di ragazze giovani ma con grande carattere, e dopo appena due minuti torna in vantaggio: Simonetti lancia Labate, che entra in area e serve al centro per Picchi, che di prima intenzione manda la palla all'incrocio dei pali, firmando il gol del definitivo 3 a 2 per la Res Roma.

Nei minuti finali le ospiti potrebbero dilagare ma Labate, Greggi e Simonetti non sfruttano le loro occasioni e il match non ha più sussulti: finisce 3 a 2 per la Res Roma che in semifinale incontrerà il Napoli, nel remake della semifinale dello scorso anno.

Soddisfatto a fine gara il tecnico romano Fabio Melillo: "Abbiamo fatto una grande partita, perché abbiamo tenuto sempre noi il pallino del gioco, con un buon primo tempo dove abbiamo avuto 3/4 occasioni nitide per far gol. Non abbiamo rischiato praticamente niente. Nel secondo abbiamo spinto ancora di più e abbiamo fatto bene, con qualità, e siamo andati meritatamente in doppio vantaggio. È stato un secondo tempo più pimpante anche per loro che hanno trovato delle azioni sia in ripartenza che in costruzione, a testimoniare che sono un'ottima squadra, che sa stare in campo; sapevamo che avevano certe qualità, che non mollavano mai e nel doppio vantaggio noi siamo stati un pò leziosi cercando qualche giocata individuale: questo purtroppo ha fatto si che si riaprisse la partita e invece non dovevamo farlo perché sappiamo che avevano queste caratteristiche di combattività e non dovevamo permettergli di tornare in gara. Anche se il rigore molto dubbio e soprattutto l'espulsione lascia veramente perplessi. É un danno anche in vista della semifinale d'andata per noi.Subito il pareggio abbiamo dimostrato di essere una grande squadra di livello, perché in 10 abbiamo ripreso con carattere subito la partita e l'abbiamo fatto vincendo con merito e aprendo scenari importanti per noi, come poter di partecipare nuovamente al Torneo Arco di Trento e giocarsi ancora queste chance di Scudetto con tre signori squadre, però sappiamo di aver qualità e carattere e questa volta, veramente, devo dire trascinate in maniera decisa dalle tre 97' perché Picchi, Simonetti e Palombi hanno fatto veramente una gara eccezionale."

 

Ufficio stampa Res Roma Move UP

Commento (0) Letture: 623
Stampa

RES ROMA PRIMAVERA: CON IL CASTELFRANCO CI SI GIOCA LA SEMIFINALE

a77085bd-1d8b-4b0f-92a7-40d11a6e0864

A pochi giorni di distanza dalla bella vittoria contro la Jesina, il team Primavera della Res Roma torna in campo domani per affrontare il Castelfranco, nell'ultimo e decisivo match del triangolare valido per i quarti di finale del campionato nazionale Primavera.
Le giallorosse di mister Melillo partono dal vantaggio di poter contare su due risultati su tre, in virtù di una migliore differenza reti: entrambe le squadre infatti hanno segnato 6 reti contro la Jesina, ma la Res Roma ne ha subiti solo 2, al cospetto dei 5 subiti dalle toscane nel match giocato in terra marchigiana.

e78a264a-806b-47af-86fd-700e7a116336In casa Res Roma possibile l'assenza del l'infortunata Camilla Labate, uscita anzitempo nell'ultimo match, mentre nel Castelfranco certa l'assenza di Di Guglielmo, appiedata dal giudice sportivo dopo l'espulsione nel match contro la Jesina.

Chi passa il turno affronterà in semifinale il Napoli, che ha eliminato la Pink Bari ai calci di rigore.

"La partita di domani penso sia quella più importante di tutto il campionato: o dentro o fuori!  - ha dichiarato la centrocampista giallorossa Flaminia Simonetti - Le mie compagne ed io stiamo lavorando bene, si vede che abbiamo voglia di lottare e confermarci di nuovo dopo la vittoria dello scudetto dello scorso anno. Sarà sicuramente una bella partita perché anche loro si giocano l'accesso alla semifinale. Il nostro punto forte è il gruppo, è la marcia in più che emerge ad ogni partita. Sono convita di far bene e che riusciremo a tirar fuori tutto ciò che di buono abbiamo dimostrato fino ad oggi."

 

Ufficio stampa Res Roma Move UP

Commento (0) Letture: 682
Stampa

RES ROMA MOVE UP - JESINA 6-2

RES ROMA MOVE UP - JESINA 6-2

Marcatrici: 4' e 81' Caruso (R) - 6' Polli (J) - 32' e 68' Palombi (R) - 34' e 49' Simonetti (R) - 62' Catena (J)

Res Roma: Franco, Spagnoli (81' Natali), Cela (71' Liberati), Simeone, Greggi, Picchi, Caruso, Simonetti, Labate (43' Di Giammarino), Palombi (84' Pagano), Lapenna (46' Lapenna). A disp.: Chaid, Chiappa.  All.: F.Melillo

Jesina: Ciccioli, Tozzo, De Sanctis, Guidobaldi, Valenti, Ciccola, Monterubbiano (87' Bozzi), Modesti ( 54' Piergallini), Polli, Fontana (80' Brutti), Catena (67' Lucarini). A disp.: Battistoni, Giannuzzi. All.: G.Brutti

Arbitro: Castellone di Napoli Ammonite: nessuna

 

13453067 10208209292503559 580327274 o

Inizia nel migliore dei modi la fase finale del campionato Primavera per la Res Roma, che batte 6 a 2 la Jesina nella seconda giornata del triangolare valido per i quarti di finale. Due gol a testa per Simonetti, capitan Palombi e Caruso, che apre la danza dei gol al quarto minuto e la chiude a nove giri di orologio dal termine. Buona la prova delle marchigiane che tengono vivo il match fino al triplice fischio e mettono in mostra i propri talenti, con Polli, Monterubbiano e Catena che si dimostrano giocatrici dal futuro roseo.

13410767 10208209292543560 1898402531 oSospinte dal proprio encomiabile pubblico, le campionesse d'Italia in carica partono con il piede sull'acceleratore, sfiorano subito il gol con Greggi e Simonetti, e al quarto minuto passano in vantaggio con Caruso che sfrutta un assist di Labate per battere Ciccioli e siglare l'uno a zero. La gioia giallorossa dura però solo 2 minuti, il tempo necessario a Polli per ristabilire di testa la parità. Sulle ali dell'entusiasmo le marchigiane si rendono pericolose anche all'ottavo con Monterubbiano ma Franco devia in angolo. La Res Roma prova a reagire, sfiora il gol con Labate e Simonetti, e al trentaduesimo si riporta in vantaggio con capitan Palombi che dal limite dell'area eludere un avversaria e manda la palla alle spalle dell'estremo difensore marchigiano. Passano solo due minuti e Simonetti che con un bel diagonale firma il 3 a 1 con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Nella ripresa è ancora la "principessa" giallorossa ad accendere la curva giallorossa, firmando il poker al secondo minuto,  con un pallonetto dai 25 metri. La Jesina non molla e riapre la gara al sessantesimo con Catena che batte Franco da pochi passi. La gara è avvincente ma la Res Roma non molla e chiude definitivamente i conti prima con Palombi e poi con Caruso che firma il definitivo 6 a 2 per la Res Roma.

Le giallorosse torneranno in campo giovedì 16 giugno in casa del Castelfranco nel match che vale la qualificazione: in virtù di una migliore differenza reti la Res Roma potrà contare su due risultati su tre.

"Abbiamo disputato un'ottima gara contro una gran bella squadra - ha dichiarato il capitano Claudia Palombi - Adesso dobbiamo pensare alla gara di Giovedi contro il Castelfranco che vale l'accesso alle semifinali, obiettivo a cui teniamo particolarmente perché vale la qualificazione al prossimo Arco di Trento."

 

Ufficio stampa Res Roma Move UP

 

Commento (0) Letture: 743
Stampa

Al "Vianello" arriva la Jesina

WhatsApp-Image-20160610Dopo una lunga sosta torna in campo il team Primavera della Res Roma, che domani alle ore 18 ospita al "Vianello" la Jesina, nel primo match delle giallorosse nel triangolare valido per i quarti di finale del campionato nazionale di categoria.
La Jesina qualche giorno fa ha perso contro il Castelfranco, terza squadra del girone, al termine di una gara avvincente e rocambolesca terminata 6 a 5 a favore delle toscane, dopo che le marchigiane avevano chiuso in vantaggio per 4 a 2 la prima frazione di gioco.

Per la Res Roma l'imperativo è difendere il tricolore conquistato quasi un anno fa nella finalissima vinta ai rigori contro la Fiorentina, e l'obiettivo minimo per le ressine di mister Melillo è raggiungere le semifinali, traguardo che vale la qualificazione alla prossima edizione del prestigioso torneo giovanile "Arco di Trento".

Con molta probabilità mister Melillo dovrà rinunciare alle nazionali Labate e Caruso, anche se il tecnico romano spera in un recupero "Last minute"; probabile un 4-5-1 con Palombi unica punta.

"Abbiamo voglia di difendere con grinta e determinazione lo scudetto vinto lo scorso anno - ha dichiarato mister Melillo - lo facciamo con una rosa di ragazze competitive, che quest'anno hanno fatto, nella maggior parte dei casi, un'esperienza importante nel campionato di A, quindi ci aspettiamo una risposta di valore. In serie A sono un pò tutte coccolate e prese per mano dalle ragazze più esperte, ora invece, devono dare un contributo di personalità e di capacità tutto loro, però sono convinto che abbiamo le carte in regola, intanto, per giocarci le possibilità di arrivare tra le prime quattro che significherebbe qualificarci per l'Arco di Trento il prossimo anno, e poi di tentare di vincere questo scudetto. Ci sono i presupposti, speriamo di aver lavorato bene, anche se manca un pò il ritmo partita perchè è troppo tempo che stiamo fermi in attesa di questa fase nazionale. Giochiamo, in un gironcino a tre, contro due ottime squadre che hanno dimostrato di essere vive e avere qualità, perchè dal primo incontro non esce un risultato del genere. Speriamo di confermare quanto di buono abbiamo fatto in questa stagione con le nostre giovani e di uscire intanto a passare questo turno."

Star ore 18 - Centro Sportivo Savio - Campo "Raimondo Vianello" - Via Norma 7 - Roma

 

Uffiico stampa Res Roma Move UP

 

 

Commento (0) Letture: 1337