Stampa

Le giallorosse TRICOLORI...: parola a MARTINA SCLAVO

Nome e Cognome: Martina Sclavo

Data di nascita: 5 Giugno 2000

Ruolo: Difensore

Squadra del cuore: Roma

Giocatore preferito: Radja Nainggolan

Giocatrice preferita: Flaminia Simonetti

Descrivi le emozioni prima della gara con il Firenze: Sono una 2000, una delle più piccole della squadra. Prima di andare al campo ero tranquilla, ancora non avevo realizzato quanto fosse decisiva quella partita. Durante il riscaldamento l'emozione si è fatta sentire, come nei primi minuti della gara

Descrivi le emozioni durante i rigori (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Abbiamo recuperato una partita che molti pensavano fosse persa. Era arrivato il momento dei rigori, una doccia fredda sia per noi sia per il Firenze. Ci siamo abbracciate sulla linea del centro campo incoraggiando le compagne che si preparavano al tiro e il nostro portiere.

Descrivi le emozioni dopo il rigore decisivo (cosa hai fatto in quel momento e pensato): Palombina sistema la palla sul dischetto. La sua tensione non era di certo superiore alla nostra. L'arbitro ha fischiato e il pallone ha gonfiato la rete. Uno scatto incredibile verso il nostro capitano e la tribuna da parte di tutta la squadra e le infortunate. Emozioni che non capitano tutti i giorni.

A chi dedichi lo scudetto: Questo scudetto lo dedico prima di tutti a mio nonno che nonostante i chilometri è sempre presente sugli spalti a sostenermi. Poi a mia sorella che mi da sempre la carica giusta per affrontare ogni partita.

Sogni nel cassetto nel calcio e nella vita: Il mio sogno e il mio obbiettivo nel calcio e nella vita è arrivare in nazionale e riuscire a guadagnare qualcosa con questo sport che è la mia passione da sempre.

Due parole su Roberto Piras, Fabio Melillo, Roberto Cunsolo, Ilaria Inchingolo, Claudio Sclavo: Il mister Piras e il mister Melillo mi hanno fatto crescere tatticamente e mentalmente in quest'anno. Voglio ringraziare particolarmente mister Piras per avermi fatto vivere questa esperienza in primavera e per aver creduto in me. Ringrazio anche Roberto Claudio Ilaria e Ceccarelli per averci seguito in questa stagione fantastica.

 

Commento (0) Letture: 833
Stampa

RES ROMA PRIMAVERA AL VIANELLO CONTRO IL NAPOLI PER CENTRARE LA FINALE SCUDETTO

Si giocherà domenica 7 giugno alle ore 17, presso il campo "Raimondo Vianello" di Roma, la semifinale di ritorno del campionato nazionale Primavera tra Res Roma e Napoli.

Si parte dal tre a zero dell'andata a favore delle giallorosse, in grado di espugnare il campo partenopeo grazie alla doppietta di Palombi e al gol di Simonetti su rigore a metà ripresa.

Il risultato di 7 giorni fa potrebbe far pensare ad un match senza storia ma il tecnico giallorosso Roberto Piras non si fida delle avversarie, in grado di sovvertire ogni pronostico: "Guai a pensare di avere la qualificazione già in tasca: nel calcio non esistono gare scontate e il Napoli è una squadra in grado di compiere qualunque impresa. Loro scenderanno in campo senza grandi pressioni, consce che non avranno nulla da perdere. Dobbiamo giocare con la stessa determinazione e lucidità con cui abbiamo affrontato il match di andata, senza pensare al vantaggio maturato a Napoli. Daremo il massimo anche per onorare e ringraziare il nostro meraviglioso pubblico."

Chi passa il turno affronterà la vincente dell'altra semifinale in cui si sfidano Brescia e Firenze, con le viola che partono con il vantaggio del 4 a 2 maturato all'andata.

La finalissima si giocherà venerdì 12 giugno alle ore 18 presso il campo Le Pianore a Capezzano Pianore (Camaiore - Lucca).

Commento (0) Letture: 536
Stampa

La Res Academy chiude con la quinta vittoria consecutiva

Si chiude con la quinta vittoria consecutiva il campionato della Res Academy, che sale a quota 22 punti e termina la seconda fase al quarto posto, alle spalle delle campionesse della Roma XIV, vincitrici del campionato, e del Real Tor Sapienza e del San Giorgio, rispettivamente seconda e terza forza del campionato.

Sette vittorie, un pareggio e sei sconfitte per il team di Stefano Fiorucci, con 32 gol realizzati e sedici subiti; dopo l’ottima regular season, la Res Academy ha chiuso in bellezza anche la seconda fase, iniziata con diverse difficoltà, come conferma il tecnico giallorosso: “Abbiamo avuto un passaggio a vuoto, ma siamo stati bravi a non mollare e a rimanere uniti. Abbiamo chiuso con 5 vittorie consecutive, mostrando un bel gioco e un’ottima fase offensiva. Ringrazio tutte le ragazze per l’impegno profuso durante tutta la stagione.”

Commento (0) Letture: 479
Stampa

NAPOLI – RES ROMA 0-3

CAMPIONATO NAZIONALE PRIMAVERA - Semifinale – gara di andata

NAPOLI – RES ROMA 0-3

 

Le giallorosse ipotecano la finalissima espugnando il “Denza” di Napoli

 

Marcatrici: 43° - 48° Palombi – 74° Simonetti (rig.)

Napoli: Parnolfi, Cucciniello, Longobardo, Iavarone, Musella, Asta, Massa, Tagliaferri, Cuomo, Moraca, Vecchione. A disp.: Costagliola, Pezzella, Arcuro, Astolese, R.Esposito, Sauto, F.Esposito. All.: N.Catalano

Res Roma: Caporro, Sclavo, Cunsolo, Greggi, Cela, Caruso, Spagnoli, Simonetti, Labate, Palombi (83' Tumbarello), Di Giammarino. A disp.: De Stefano, Chaid, Liberati, Marziale, Pezzola, Lapenna. All.: R.Piras

Arbitro: Carrione di Castellammare

Ammonite: Cunsolo

Due gol di Claudia Palombi e uno di Flaminia Simonetti consentono alla Res Roma di espugnare il campo del Napoli e di vincere 3 a 0 la gara di andata della semifinale del campionato Primavera, ponendo una seria ipoteca sull'accesso alla finale scudetto.

Mister Piras deve rinunciare alle indisponibili Natali e Chiappa, e all'infortunata Pittaccio, e manda in campo dal primo minuto Caporro tra I pali, Sclavo, Cunsolo, Cela e Spagnoli in difesa, Greggi, Simonetti, Di Giammarino e Caruso a centrocampo, con Palombi e Labate in attacco.

Le giallorosse dominano il match sin dai primi minuti e già al settimo sfiorano il gol con Caruso che su assist di Simonetti s'invola sulla fascia e manda di poco a lato; al decimo combinazione Caruso - Simonetti - Palombi con quest'ultima che manda alto. Il Napoli si fa vedere al ventesimo con un calcio di punizione di Tagliaferri parato da Caporro. Al ventisettesimo Parnolfi compie un grande intervento su Palombi, e qualche minuto dopo si ripete su una bella conclusione di Caruso, deviata in angolo.

Al minuto 35 è il palo a negare la gioia del gol a Cunsolo che di testa colpisce il legno destro della porta partenopea; cento secondi dopo Di Giammarino va in rete ma l'arbitro annulla su segnalazione del guardalinee che sbandiera un fuorigioco alquanto dubbio. A pochi minuti dall'intervallo il gol del meritato vantaggio capitolino: lancio millimetrico di Simonetti per Palombi che finta il tiro di destro, supera un avversaria e di sinistro infila Parnolfi, siglando il gol dell'uno a zero con cui si va negli spogliatoi.

Il secondo tempo inizia esattamente come si era concluso il primo: lancio di Simonetti per Palombi che di destro raddoppia. Sulle ali dell'entusiasmo le giallorosse collezionano azioni da rete ma il terzo gol giunge solo alla mezz'ora, quando Di Giammarino s'invola sulla destra, viene atterrata in area e conquista il penalty: dal dischetto Simonetti non sbaglia e firma la rete del definitivo 3 a 0 per le ragazze di mister Piras.

Al triplice fischio esultano le giallorosse che mettono una serie ipoteca sulla finalissima che vale lo scudetto primavera 2014-2015.

Raggiante a fine gara il tecnico della Res Roma, Roberto Piras: "Altra gara di alto livello contro un avversario che ha lottato su ogni palla; abbiamo avuto tantissime occasioni da rete e avremmo dovuto esser più cinici visto che si tratta di una gara da 180 minuti. Non dobbiamo rilassarci e mantenere alta la concentrazione anche nel match di ritorno perché nel calcio non bisogna mai dare nulla per scontato."

 

Commento (0) Letture: 829
Stampa

Vis Nova - Res Academy 0-7

Stefano figurina resQuarta vittoria consecutiva per la Res Academy che vince 7 a 0 sul campo della Vis Nova e sale in classifica a quota 19 punti.
Le giallorosse di mister Fiorucci dominano le avversarie sin dai primi minuti e chiudono il primo tempo in vantaggio per 3 a 0, grazie alla doppietta di Romanzi e al gol di Marroni.
Nella ripresa il copione non cambia e le giallorosse vanno ancora in gol con Marroni, Dessì e in altre due occasioni con Romanzi, che ad un quarti d'ora firma il proprio personale poker mettendo a segno la rete del definitivo 7 a 0.
Le dichiarazioni post gara del tecnico della Res Academy, Stefano Fiorucci: "Ottimo risultato ottenuto in casa della Vis: la squadra si è espressa bene tentando sempre di giocare in velocità. Sono felice di aver avuto la possibilità di far giocare ancora Gherghi, da poco rientrata dopo un lungo periodo di inattività".

 

Ufficio stampa Res Roma Calcio Femminile

 

Commento (0) Letture: 420
Stampa

Campionato Primavera – Quarti di finale - AGSM VERONA - RES ROMA 1-2

Reti: Pt. 15' Labate, st. 7' Simonetti, 46' Gelmetti.

Agsm Verona: Toniolo, Pavana, Giardini (25' st. Zorzi), Pelucco, Marconi, Dellera (5' st. Fasoli), Cutarelli (9' st. Zangari), Gelmetti, Ambrosi, Baldo, Dal Bianco (32' st. Brugnoli). A disp.: Bongiovanni, Dal Molin. All.: F.Comin

Res Roma: Caporro, Sclavo, Cunsolo, Greggi, Cela (43' st. Liberati), Caruso, Spagnoli (3' st. Lapenna, 40' st. Tumbarello), Simonetti, Labate (46' st. Natali), Palombi, Di Giammarino (35' st. Chiappa). All.: R.Piras.

Arbitro: Matteo Paggiola di Legnago.

 

Le giallorosse di mister Piras espugnano Verona ed accedono in Semifinale, dove affronteranno il Napoli

Con un gol per tempo la Res Roma espugna il campo del Verona ed accede alla semifinale del campionato nazionale Primavera, chiudendo al primo posto e a punteggio pieno, il girone a 3 valido per i quarti di finale. Le giallorosse giocano un bel calcio e mettono in scacco le quotate avversarie, al termine di un match ben giocato da ambo con le parti.

Mister Piras deve rinunciare alla sola Pittaccio e manda in campo dal primo minuto Caporro tra i pali, Sclavo, Cunsolo, Cela e Caruso in difesa, Di Giammarino, Greggi, Simonetti e Spagnoli a centrocampo, con Palombi e Labate in attacco.

I primi minuti di gioco sono a favore delle padrone di casa che provano ad incunearsi nella retroguardia giallorossa in piu' occasioni, senza però mai chiamare Caporro alla parata; le ospiti iniziano a macinare gioco dal decimo minuto e si rendono subito pericolose con Spagnoli, il cui tiro termina di poco alto. Un minuto dopo Palombi perde l'attimo per la conclusione a rete a pochi passi da Toniolo, mentre al dodicesimo è ancora Spagnoli a calciare in porta senza fortuna.

Al quarto d'ora il vantaggio giallorosso: lancio millimetrico di Cunsolo per Labate che entra in area e di destro sigla il gol dell'uno a zero. Il Verona prova a reagire ma non va oltre un calcio di punizione di Gelmetti che termina fuori.

La Res Roma è piu' pimpante e solo un miracolo di Toniolo impedisce al venticinquesimo a Palombi di siglare il raddoppio; il duello Palombi-Toniolo si ripete tre minuti dopo ma l'estremo difensore veronese è ancora una volta abile a deviare la palla in korner. Prima del duplice fischio Labate dal limite impegna ancora il portiere scaligero che stavolta blocca senza affanni.

Nella ripresa il copione non cambia, con le giallorosse che cercano il gol della tranquillità: al quinto Labate manda alto dall'altezza del dischetto, mentre due minuti dopo Palombi serve un assist d'oro a Simonetti che finta il tiro di sinistro e con il destro manda la palla all'incrocio, siglando il gol che vale il 2 a 0 per le capitoline. Gelmetti prova a riportare in gara le padrone di casa prima su punizione, terminata di poco a lato, e poi creando il panico nella retroguardia giallorossa, ma il risultato non cambia.

La Res Roma abbassa i ritmi del match e la gara cala d'intensità: alla mezz'ora è ancora Gelmetti a provarci dalla distanza, mentre due minuti dopo una tempestiva uscita di Caporro impedisce alla neo entrata Zorzi di infilare la palla in rete. Al trentacinquesimo Labate colpisce in pieno l'incrocio dei pali su assist di Simonetti, mentre al minuto quaranta è Caruso ad impegnare ancora una volta Toniolo.

In pieno recupero Gelmetti firma il gol della bandiera per le padrone di casa ma ormai non c'è piu' tempo per la rimonta: al triplice fischio esultano le romane che conquistano l'accesso alla semifinale scudetto, in cui affronteranno il Napoli, e il pass per la partecipazione al prossimo torneo Arco di Trento, una delle piu' prestigiose manifestazioni di calcio giovanile.

Raggiante a fine gara il tecnico capitolino Roberto Piras: "Partita capolavoro! Interpretazione impeccabile e risultato che ci va stretto per le tante occasioni create. Un plauso alle veterane che hanno guidato le più giovani in campo, che sentivano questa gara con l'ansia della prima volta. Un grandissimo "brave" inoltre a Labate per il goal ma soprattutto per il lavoro oscuro che gli avevo chiesto, poi a Sclavo che ha lottato con grande ardore e a Greggi che come sempre ha corso con grande sagacia; comunque brave tutte perché certi risultati si raggiungono con l'unione del gruppo. Oggi godiamoci questa importante vittorie e da domani penseremo al Napoli."

Commento (0) Letture: 683