Stampa

Coppa Italia: Nebrodi - Res Roma 0-6

Nebrodi - Res Roma 0-6

Marcatrici: 11° Nagni – 16° Lommi – 30° Ciccotti – 37° Greggi - 46° aut. Trassari – 77° aut. Florio

Nebrodi: Lavopa, Lo Vano, Parafioriti, Lazzara, Cucinotta, Panarello, Pizzino, Trassari, Giuffrida, Lombardo, Florio. A disp.: Isgrò, D'Ambra, Sanfilippo, Militello, cicirello. All.: C.Balleriano

Res Roma: Pipitone, Colini, Romanzi (46° Corrado), Savini, Palombi, Ciccotti, Greggi, Lommi, Martinovic, Nagni, Simonetti (46° Labate). A disp.: Inchingolo. All.: F.Melillo

Tutto facile per la Res Roma che batte il Nebrodi con un tennistico 6 a 0 ed accede al terzo turno di coppa Italia.

Mister Melillo deve fare i conti con diverse defezioni e manda in campo dal primo minuto Pipitone tra i pali, Romanzi, Colini, Savini e Lommi in difesa, Greggi, Ciccotti e Simonetti a centrocampo, con Palombi alle spalle del tandem d’attacco Nagni – Martinovic.

Il match è un monologo delle giallorosse che chiudono la pratica qualificazione già nel primo tempo, concluso sul 4 a 0 per le capitoline. Apre le marcature all'undicesimo Vanessa Nagni, che raccoglie un assist di Simonetti e di sinistro firma con un bel pallonetto la rete che sblocca il match; al quarto d'ora Lommi anticipa un'avversaria, supera la metà campo e con un tiro di prima intenzione beffa Lavopa e realizza l’eurogol che vale il raddoppio. Il tris porta la griffe di Ciccotti che di testa trasforma in gol un delizioso assist di Simonetti, mentre il poker è opera di Greggi che di sinistro da fuori area firma il 4 a 0 con cui si va negli spogliatoi. Tra un gol e l’altro da segnalare diverse occasioni da gol per Martinovic e Nagni, ispirate da Simonetti e Palombi.

Nella ripresa i ritmi si abbassano ma il copione è lo stesso e al primo minuto di gioco un autogol di Trassari vale il cinque a zero per le ospiti; la Res Roma continua a macinare azioni da gol soprattutto con Martinovic che sfiora la sesta rete in diverse occasioni, e con Greggi e capitan Nagni. Al trentaduesimo un’altra autorete delle padrone di casa, stavolta realizzata da Florio sugli sviluppi di un corner di Nagni, fissa il risultato sul definitivo 6 a 0 per la Res Roma che approda al terzo turno di Coppa Italia.

Le parole del capitano giallorosso, Vanessa Nagni: “Tornare alla vittoria era importante soprattutto per il morale, oltre che per passare il turno in una competizione a cui teniamo molto. Adesso dobbiamo subito rituffarci nel clima campionato, perché sabato abbiamo la difficilissima trasferta a Brescia.”

Commento (2) Letture: 1822
Stampa

RES ROMA, TEMPO DI COPPA ITALIA

Archiviate le amarezze per gli ultimi risultati ottenuti in campionato, la Res Roma si concentra sulla gara di coppa Italia di mercoledì 13 in casa del Nebrodi, valida per il secondo turno della competizione iridata.

Capitan Nagni e compagne hanno eliminato nel primo turno le cugine dell'asd Roma, battute uno a zero nel match di andata e 4 a 0 nella gara di ritorno; il Nebrodi, formazione che milita nel girone D di serie B, ha invece eliminato il Catania.

Tantissime le assenze in casa Res Roma, con mister Melillo che dovrà rinunciare a Coluccini, Mosca, Picchi, Romanzi e Parnoffi e probabilmente anche a Labate.

Le dichiarazioni pre gara di mister Melillo: “Teniamo molto alla Coppa Italia, inoltre abbiamo bisogno di risultati per uscire da questo periodo sfortunato; dobbiamo migliorare delle cose e riprendere fiducia nelle nostre qualità. Più lavoriamo e meno fattori esterni potranno influire sul nostro percorso: alleno ragazze con prerogative tecniche e morali di livello e credo molto in questa squadra.”

Commento (0) Letture: 1595
Stampa

RES ROMA: 4 GOL NEL DERBY E AVANTI IN COPPA

Capitan Nagni apre le danze; per le giallorosse anche 2 legni e 2 gol annullati

Tutto facile per la Res Roma che batte le cugine dell'Asd Roma con un netto 4 a 0 ed accede al secondo turno di Coppa Italia; dopo il risicato uno a zero del match di andata, le ragazze di mister Melillo mettono subito in archivio il discorso qualificazione chiudendo in vantaggio di tre gol il primo tempo; nella ripresa il quarto e definitivo gol delle ospiti, che sancisce un'indiscutibile supremazia condita anche da due pali e tre gol annullati.

Mister Melillo deve rinunciare a Martinovic e manda in campo dal primo minuto Pipitone, tra i pali, Colini, Fracassi, Ciccotti e Labate in difesa, Coluccini, Greggi e Picchi in mediana, e con Simonetti alle spalle di Nagni e Palombi.

La Res è subito padrona del campo e dopo qualche minuto dal via è Simonetti a sfiorare il vantaggio; il gol è nell'aria e al dodicesimo ci pensa Nagni a sbloccare il match: Labate lancia il capitano che in velocità anticipa tutte e con un bel pallonetto dalla distanza infila Casaroli, firmando il gol che vale l'uno a zero. Il raddoppio giunge cinque minuti dopo ed è griffato Simonetti, che sfrutta al meglio una corta respinta di Casaroli su un tiro di Palombi e realizza il gol del 2 a 0. Alla mezz'ora l'arbitro annulla un gol di Ciccotti per presunto fuorigioco e prima dello scadere giunge il terzo gol: scambio Nagni Simonetti e palla a Palombi che con un bel diagonale firma il 3 a 0.

Nella ripresa il copione non cambia e la Res Roma sfiora ripetutamente il gol: al nono gran tiro di Picchi, corta respinta di Casaroli e tap in vincente di Coluccini, ma anche stavolta l'arbitro annulla su segnalazione del guardalinee. Al quarto d'ora è la traversa a negare la gioia del gol a Simonetti, mentre un minuto dopo è il palo a salvare nuovamente Casaroli stavolta su conclusione di Palombi. L'assedio della Res continua: prima Greggi, poi Labate e dopo Nagni sfiorano il poker che giunge solo a 5 minuti dal termine. Assist di Ciccotti, prima conclusione di Labate respinta e tap in vincente della stessa Labate che fissa il risultato sul definitivo 4 a 0 per la Res Roma.

Da evidenziare l'ingresso in campo nella ripresa delle Nazionali Under 17 Corrado e Orlando, al loro esordio con la prima squadra.

Ovviamente soddisfatto il tecnico romano Fabio Melillo: "Abbiamo fatto una grande gara, sempre propositivi e con atteggiamento giusto; le ragazze hanno fatto una gran partita e sinceramente il risultato ci sta anche stretto per quanto proposto. C'è stata grande capacità di marcare le linee di passaggio e questa è stata la differenza, a palla conquistata siamo stati veramente bravi ad andare subito verticali. Ora ancora una settimana di lavoro e poi sotto con il campionato."

Commento (1) Letture: 2181
Stampa

RES ROMA, DOMANI IL RITORNO DELLA GARA DI COPPA ITALIA

E' di nuovo tempo di Coppa Italia per la Res Roma, che domani 23 settembre affronterà le cugine dell'Asd Roma nel match di ritorno del primo turno; la gara doveva essere giocata lo scorso 10 settembre ma è stata rinviata causa il maltempo che ha colpito la capitale.

La Res Roma parte dal vantaggio di uno a zero maturato nella gara di andata grazie al gol di capitan Nagni, che ha siglato dal dischetto il gol partita.

La vincente affronterà al secondo turno il Nebrodi, che ha eliminato il Catania, in virtù della vittoria nel match di andata e del pareggio ottenuto al ritorno.

Diversi problemi di formazione per il tecnico Fabio Melillo, che dovrà valutrare le condizioni di diverse atlete la cui presenza sarà in bilico fino all’ultimo: “Abbiamo tre ragazze da valutare ma non voglio prendere rischi visto l’imminente avvio di campionato – ha dichiarato l’allenatore giallorosso - sicuramente saremo un po' più freschi fisicamente rispetto alla gara di andata quando avevamo caricato molto. Abbiamo voglia di superare il turno e le ultime amichevoli mi hanno dato segnale di una squadra in crescita; dobbiamo avere atteggiamento giusto e un buon approccio: la gara di andata non mi ha lasciato soddisfatto per l’interpretazione avuta, dobbiamo essere più determinati al servizio della squadra e muovere tanto il pallone, il più possibile in verticale, così facendo siamo più incisivi.”

Start ore 17 - Centro Sportivo "Certosa" - Via dell'aeroporto di Centocelle - ROMA

Commento (0) Letture: 538
Stampa

Coppa Italia - 1' turno Gara di andata: Res Roma - Asd Roma 1-0

Coppa Italia - 1' turno Gara di andata

Res Roma - Asd Roma 1-0

Marcatrice: 76' Nagni (rig.)

Res Roma: Pipitone, Picchi, Coluccini, Palombi (46' Colini), Fracassi, Labate, Ciccotti, Greggi, Martinovic, Nagni, Simonetti. A disp.: Parnoffi, Chiappa, Liberati, Lommi, Romanzi, Savini. All.: F.Melillo

Asd Roma: Casaroli, Pecchia (65' Vigliucci), Capparelli, Lore', Cortelli, Morra, Pedullà, Monaco, Conte (55' Tumbarello), Proietti, Visentin. A disp.: Felicella, Berarducci, Cacchioni, Carbone, Capitta. All.: R.Piras

Arbitro: Pezzopane de L'Aquila

Ammonite: Coluccini - Greggi ( RR) - Casaroli, Pedullà (AR)

Note: giornata soleggiata. Spettatori 500 circa

 

Un gol di capitan Nagni consente alla Res Roma di vincere il primo match stagionale contro le cugine dell'asd Roma. Dopo un primo tempo in chiaro scuro, le padrone di casa dominano la ripresa ma una grande partita di Casaroli impedisce alle giallorosse di ottenere un risultato più rotondo. Mister Melillo deve fare a meno dell'infortunata Mosca e delle nazionali Corrado e Orlando, rientrate ieri dalla convocazione con la Nazionale under 17, e manda in campo uno spregiudicato 4-3-3 con Pipitone tra i pali, Labate, Ciccotti, Picchi e Fracassi in difesa, Coluccini, Simonetti e Greggi a centrocampo, e con in attacco il tridente composto da capitan Nagni, Palombi e Martinovic. Dopo un primo quarto d'ora di studio, il match entra nel vivo al sedicesimo con Cortelli, che di nagnitesta colpisce il palo; passa solo un minuto e le padrone di casa della Res Roma pareggiano il conto dei legni con Picchi, che di testa manda la palla sul palo sinistro della porta ospite. Al venticinquesimo un tiro cross di Proietti costringe Pipitone ad una strepitosa deviazione in tuffo; due minuti dopo è Casaroli a mettersi in mostra deviando in angolo un'insidiosa conclusione dalla distanza di Simonetti. L'estremo difensore ospite si ripete al minuto 35 parando una punizione dai trenta metri di Coluccini; un minuto dopo bella combinazione Simonetti - Martinovic con quest'ultima che manda fuori da distanza ravvicinata. Prima dell'intervallo spazio ad altre due conclusioni delle padrone di casa che sfiorano il gol prima con Martinovic e poi con Palombi. Nella ripresa mister Melillo manda in campo Colini al posto di Palombi, spostando Picchi in mediana e rinforzando il centrocampo giallorosso, ma il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo tempo, ed il match si accende solo dal quarto d'ora: capitan Nagni semina il panico nella retroguardia ospite e con un bel diagonale costringe Casaroli alla deviazione in corner; passano 3 minuti e il duello si ripete con il capitano giallorosso che sfiora nuovamente il gol del vantaggio. La Res Roma è ormai padrona del campo e sfiora ancora l'uno a zero con Martinovic su assist di Simonetti. Al venticinquesimo Nagni viene nettamente sgambettata in area ma l'arbitro lascia correre; il direttore di gara non può sbagliare anche cinque minuti dopo dinanzi ad un altro netto fallo subito in area, stavolta da Martinovic, e decreta il penalty con cui capitan Nagni realizza il primo gol della stagione 2017/18. Portiere a sinistra, pallone a destra e gol dell'uno a zero per la Res Roma. L'occasione del possibile raddoppio giunge qualche minuto dopo con Simonetti che manda di un soffio alta una punizione dal limite dell'area. Nei minuti finali tanta mole di gioco ma nessuna conclusione a rete, e al triplice fischio esultano le ragazze della Res Roma che bagnano il debutto stagionale con una vittoria nella stracittadina romana. Domenica prossima la gara di ritorno, in casa dell'asd Roma, presso il centro sportivo "Certosa." Le dichiarazioni del tecnico romano Fabio Melillo: "È stata una gara che abbiamo fatto fatica ad interpretare: nel primo tempo abbiamo mosso male e poco la palla, giocando troppo orizzontale; un po' meglio nel secondo tempo, anche perché loro sono un po' calate fisicamente avendo iniziato più tardi la preparazione. Chiaramente dobbiamo lavorare e molto per alzare il livello, soprattutto dal punto di vista mentale e della disponibilità verso il gioco di squadra."

 

 

Ufficio stampa Res Roma

Commento (0) Letture: 777
Stampa

Coppa Italia: Pink Bari - Res Roma 5-3 (d.c.r.)

Pink Bari: Aprile, Di Bari, Quazzico, Novellino, Soro, Manno (64' Rogazione), Ceci, Piro, Bassano, Strisciuglio, Parascandolo. A disp.: Sforza, Montemurro, Maffei, Bitetto, Rogazione, Cangiano, Marino. All.: R.D'Ermilio

Res Roma: Pipitone, Colini (85' Di Giammarino), Mosca ( 62'Labate), Picchi, Fracassi, Ciccotti, Greggi, Simeone, Martinovic, Nagni, Simonetti. A disp.: Parnoffi, Romanzi, Coluccini, Liberati, Natali. All.: F.Melillo

Arbitro: Signorelli di Paola

Ammonite: Mosca - Labate (R) Parascandolo  (B)

Sequenza rigori:

PINK BARI

Ceci GOL

Bassano GOL

Rogazione GOL 

Parascandolo GOL

Piro GOL

RES ROMA 

Di Giammarino PARATO 

Ciccotti GOL

Simonetti GOL

Labate GOL

Lotteria dei rigori fatali per la Res Roma che saluta la Coppa Italia 2016-17 per mano della Pink Bari, perfetta dal dischetto: dopo lo 0 a 0 dei minuti regolamentari decide il discorso qualificazione l'errore dagli undici metri di Di Giammarino, che si fa parare il tiro da Aprile. Il team barese, che oggi ha dimostrato di meritare il ritorno in Serie A, ora affronterà la Fiorentina, che ha eliminato il Nebrodi. Per le giallorosse adesso testa e cuore all'impegno di mercoledì nel campionato Primavera e soprattutto al rush finale del campionato di Serie A, con la Res Roma che può ancora ambire al terzo posto in classifica.

Mister Melillo deve fare a meno di Caruso, impegnata con la nazionale under 19, e delle infortunate Spagnoli, Savini, Giuliano e Coluccini, e si affida all'inedito  modulo 3-3-2-2, con Pipitone tra i pali, Ciccotti, Colini e Mosca in difesa, Picchi, Simeone e Fracassi in mediana, e con Greggi e Simonetti alle spalle del tandem d'attacco Martinovic - Nagni.

I primi pericoli li crea Nagni, che prima si libera di un'avversaria e serve al centro per Martinovic, anticipata di un soffio da Novellino, e poi sfiora il palo con un tiro da dentro l'area di rigore. Al decimo minuto corner di Simonetti e colpo di testa di Fracassi agevolmente parato da Aprile. Al quarto d'ora grande occasione per Simonetti che su assist di Nagni si ritrova a un metro dalla porta di Aprile, che respinge di piede salvando la porta biancorossa.

Passa un minuto ed è la Pink a rendersi pericolosa con un tiro dal limite deviato in angolo dalla retroguardia capitolina.

Con il passare dei minuti le padrone di casa prendono le misure alle ospiti e bisogna attendere la mezz'ora per registrare una nuova occasione da gol, griffata Piro, che sfiora il palo con un gran bel tiro a giro dal vertice dell'area.

Al quarantunesimo lancio di Greggi per Simeone che al volo costringe Aprile ad un difficile intervento; due minuti dopo tiro da quaranta metri di Ciccotti e palla fuori di un soffio.

Nella ripresa pronti via e subito palla gol per la Res Roma: discesa sulla destra di Greggi e cross al centro per Martinovic che di prima intenzione gira in porta, con Aprile che compie un grande intervento deviando in corner; immediata la risposta della Pink con Ceci che sfiora il palo con una bella conclusione al volo da dentro l'area. Al nono Nagni s'invola sulla fascia destra ed effettua un tiro cross che attraversa tutta la linea di porta, con Martinovic che manca di un soffio il tap - in vincente.

La Pink Bari prova a rendersi pericolosa in un paio di circostanze senza però mai inquadrare la porta difesa da Pipitone.

Al ventitreesimo punizione di Nagni, colpo di testa di Picchi e palla tra le braccia di Aprile; un minuto dopo Greggi serve Martinovic il cui tiro da dentro l'area è debole e centrale.

Al trentaquattresimo è la traversa a negare la gioia del gol a Picchi, che con un bel tiro dal limite mette i brividi alla retroguardia barese. Le ultime due occasioni dei tempi regolamentari capitano sui piedi di Simonetti ma entrambe le conclusioni della centrocampista giallorossa terminano fuori.

Dopo 4 minuti di recupero l'arbitro decreta l'inizio della lotteria dei rigori: dal dischetto risulta fatale l'errore di Di Giammarino, il cui tiro è parato da Aprile; le calciatrici baresi centrano sempre il bersaglio e portano la Pink alla sfida contro la Fiorentina valida per i quarti di finale di Coppa Italia.

Le dichiarazioni post gara del tecnico romano Fabio Melillo: "Le statistiche dicono che abbiamo tirato 18 volte in porta, contro le 2 della Pink Bari: pur non essendo stati brillanti avremmo meritato di passare il turno, ma non siamo stati concreti e cinici sotto porta. Poi dal dischetto può succedere di tutto e stavolta ci è andata male. Ora concentriamoci sulla gara del team Primavera e sul rush finale di campionato."

Commento (5) Letture: 1489