Stampa

Luana Fracassi festeggia le 150 partite con la maglia della Res Roma

“Avevo vent’anni ed era la seconda volta che vedevo mister Fabio Melillo” . Inizia così il racconto del difensore Luana Fracassi, che festeggia le 150 partite con la maglia della Res Roma.

Giocatrice versatile e di grande talento, la ventottenne Luana si avvicina al mondo del calcio in giovane età su suggerimento del suo capo scout.

Solo nell’estate 2010 approda alla Res Roma: “Dopo il mio primo allenamento le ragazze erano pronte a partire per il ritiro. Ho guardato il mister negl’occhi e gli ho detto : ”Domani vengo anche io con voi”. Non lo so ancora cosa ha pensato in quel momento ma mi ha dato la borsa e mi ha detto “Domani si parte alle 9”. Nel calcio ci vuole coraggio e lo abbiamo avuto entrambi. – e ironicamente aggiunge – Ovviamente chi ci ha guadagnato di più dei due è stato lui, di certo  da quel giorno ho amato questa maglia come fosse la mia seconda pelle e ho sempre dato il massimo per onorarla.”

Da sette anni infatti, Luana gioca per la Res diventando un elemento fondamentale per la squadra: “Di ricordi ne ho tanti e sono tutti bellissimi. Ricordo l’abbraccio con le altre ragazze della squadra durante i rigori per la qualificazione alla serie A contro il Siena, ricordo la felicità della squadra quando segnai gol contro il Como, ed è lì che ho capito che in questi anni avevo costruito veramente qualcosa di buono e mi sentivo parte di una grande famiglia”

Tante sono state anche le giocatrici che finora ha incontrato il difensore giallorosso, alcune sicuramente più temibili di altre, infatti, Luana ha dichiarato: “ Di brave calciatrici Italiane ce ne sono tante: Bonansea, ad esempio, è difficile da marcare in quanto riesce ad abbinare alla tecnica la velocità; il spaventoso tridente Caccamo- Bonetti- Mauro riescono a completarsi a meraviglia e sono in grado di trovare la giocata in qualsiasi situazione; e Gioia Masia che, ho ammirato da compagna di squadra per la sua professionalità, ma ho temuto da avversaria perché non sono riuscita a trovarle dei difetti.”

In questo campionato la Res Roma è stata una rivelazione, infatti, a dire di Fracassi il campionato sta procedendo magnificamente: “ Il mio unico rammarico è per i due  pareggi, dove meritavamo sicuramente di più. I nostri punti di forza? Bhè sicuramente la spensieratezza delle più piccole e l’esperienza che noi veterane abbiamo messo a disposizione delle giovani affinché fossero seguite in un percorso di crescita, ma soprattutto la dedizione al lavoro che la società ci impartisce quotidianamente”

Parlando, appunto, della squadra finalmente capitan Nagni può rientrare a giocare dopo le 4 giornate di squalifica. In merito a ciò, la giallorossa Luana dice: “ Vanessa è il simbolo della Res. La squalifica subita mi è risultata esagerata e soprattutto ingiusta in un campionato così breve come il nostro. Per me è stato un grande onore sostituirla nel suo ruolo durante queste partite, ma il suo rientro è importantissimo per poter vincere ancora insieme”

Alle nuove promesse della Res, Fracassi consiglia: “Inseguite sempre i vostri sogni e non dimenticate mai le vostre origini. Il calcio è un gioco, ma per crescere va giocato con la testa”.

Commento (0) Letture: 1284
Stampa

RES ROMA, IL GIRONE DI RITORNO PARTE DA MOZZANICA

Dopo la bella ed importante vittoria di sabato scorso, la Res Roma si prepara ad un’altra difficile gara in quel di Mozzanica, nel match che sancisce l’inizio del girone di ritorno del campionato di Serie A di calcio femminile.

Le giallorosse, reduci dal 3 a 2 inflitto al Verona, occupano la quarta posizione in classifica, con 23 punti in archivio, frutto di 7 vittorie, 2 pareggi ed altrettante sconfitte, con uno score di 23 reti realizzate e 14 subite; due punti in meno per il Mozzanica, quinta forza del ranking, che finora ha collezionato 7 vittorie e 4 sconfitte, senza mai pareggiare una gara.

All’andata, nel match di esordio del campionato in corso, le giallorosse s’imposero sulle lombarde per 3 reti a zero, grazie alla doppietta di Caruso e al primo gol in A di Melania Martinovic, attuale capo cannoniere della Res Roma con 9 centri in altrettante gare disputate.

Il Mozzanica è reduce dalla sconfitta – beffa di sabato scorso nel derby contro il Brescia, capace di rimontare nel finale l’iniziale vantaggio realizzato da Giacinti. Grande ex di turno l’attaccante Valeria Pirone, ora in forza al Mozzanica, ma due anni fa grande protagoniste del secondo campionato in serie A della Res Roma.

In chiave formazione, ancora assenti tra le giallorosse le infortunate Savini e Spagnoli e il capitano Vanessa Nagni, che sconterà l’ultimo turno di squalifica inflittole dal giudice sportivo dopo il match contro il Tavagnacco; probabile che vengano riconfermate le stesse undici scese in campo sabato scorso contro il Verona.

Le dichiarazioni pre-gara del tecnico della Res Roma, Fabio Melillo: “Ho profonda stima del lavoro messo in piedi dal mister Garavaglia, che è stato capace di ripartire dopo un avvio difficile con qualità e decisione; sono ragazze molto brave ed equilibrate in campo, con le capacità di giocare con un modulo che ormai conoscono a memoria. Noi dobbiamo dimenticare la gara di andata e pensare che sarà tutta un’altra storia, è una trasferta difficilissima e dovremo essere perfetti se vogliamo ribadire la nostra posizione di classifica. Abbiamo le qualità per imporci, ma soltanto se sostenute da una fame calcistica importante.”

Serie A

12^ giornata (1^ di ritorno)

Chieti-Brescia

Fiorentina WS-Como 2000

San Zaccaria-Cuneo

AGSM Verona-Jesina

Luserna-Tavagnacco

Mozzanica-Res Roma

Classifica

Fiorentina 33

Brescia 27

Verona 24

Res Roma 23

Mozzanica 21

Tavagnacco 19

Cuneo 12

Chieti 10

Como 2000 9

San Zaccaria - Luserna 6

Jesina 3

Chieti e San Zaccaria 1 gara in meno

Commento (0) Letture: 416
Stampa

BIG MATCH AL “BRASILI”: IN CAMPO RES ROMA – VERONA

Dopo la sosta della scorsa settimana, la Res Roma torna in campo sabato 21 gennaio per affrontare al “Brasili” il Verona, nel recupero del match della decima giornata di campionato.

Le giallorosse sono reduci dal 3 a 0 subito in casa della capolista Fiorentina, ed occupano attualmente la quinta posizione del ranking con 20 punti all’attivo, frutto di 6 vittorie, 2 pareggi ed altrettante sconfitte, nelle dieci gare sin qui disputate.  Otto vittorie e due sconfitte lo score del Verona, che dopo la vittoria di sabato scorso, ha raggiunto il Brescia al secondo posto in classifica a quota 24 punti.

Miglior attacco a vantaggio del Verona, finora in gol in 29 occasioni, miglior difesa a favore della Res Roma, che ha subito solo 12 reti contro le 15 subite da Gabbiadini e compagne.

Mister Melillo potrà contare sul rientro di Ciccotti, assente per infortunio contro la Fiorentina, ma dovrà ancora fare a meno della squalificata Nagni. Tra le scaligere assente la squalificata Di Criscio e il portiere Thalmann, impegnata con la propria nazionale.

Oltre a Res Roma – Verona, sabato si recupereranno anche altri due big match: a Brescia è di scena il Mozzanica, mentre la capolista Fiorentina è attesa dall’insidiosa trasferta in casa del Tavagnacco.

Le dichiarazioni del mister della Res Roma, Fabio Melillo: “Dobbiamo avere l’ambizione di tentare, il coraggio nelle giocate, la fame di veder crescere la nostra classifica; ,sarà una gara difficile e impegnativa, giochiamo contro un grande avversario, storico e di spessore, nonostante il radicale cambiamento di quest.anno. Davanti hanno qualità importanti, un allenatore bravo ed esperto del settore, e passa attraverso le nostre capacità il risultato. Se saremo disponibili e determinati potremo dire la nostra anche in queste partite "impossibili".”

 

Start ore 14.30 – Campo “M.Brasili” - Polisportiva Borghesiana - Via Lentini 74 - Roma

I recuperi del week end

Brescia - Mozzanica

Tavagnacco - Fiorentina

Res Roma - Verona

Classifica

Fiorentina WS 30

AGSM Verona - Brescia 24

Mozzanica 21

Res Roma 20

Tavagnacco 19

Mozzanica 18

Cuneo 12

Como 9

Chieti 7

San Zaccaria - Luserna 6

Jesina 3

Commento (0) Letture: 509
Stampa

NUOVO ARRIVO IN CASA RES: RIECCO CLARISSA ROMANZI

Secondo acquisto "invernale" per la Res Roma, che dopo aver annunciato l'acquisto di Cristiana Mosca, comunica anche l'arrivo del "jolly" Clarissa Romanzi.

Classe '92, Clarissa è una giocatrice duttile, in grado di interpretare molto bene sia la fase offensiva che quella difensiva, e potrà essere schierata da mister Melillo in diversi ruoli. Anche per lei, come per Mosca, più che un arrivo è un ritorno: dopo aver iniziato la carriera calcistica tra le fila del team maschile del Vicovaro, Romanzi ha prima militato nella Lazio per 5 anni, per poi vestire la maglia della Res Roma nelle tre stagioni a cavallo tra il 2012 e il 2014; dopo un anno e mezzo in forza al Grifone Gialloverde, torna a vestire il giallorosso e a mettersi a disposizione della Res Roma.

"Sono tornata per avere l'opportunità di crescere molto di più calcisticamente e per confrontarmi con una realtà fatta di ragazze molto allenate e brave e di un mister con la M maiuscola, come Fabio Melillo – ha dichiarato la neo giallorossa - La Res Roma è sempre stata una seconda famiglia e già sapevo che tornare non mi avrebbe fatto altro che bene! Non ho degli obbiettivi ben precisi in quanto qualche mese fa ho avuto un infortunio importante e in primis sto cercando di recuperare al 100% nonostante abbia avuto un recupero abbastanza veloce. Spero poter essere utile al mister e alle ragazze e di divertirmi!"

Soddisfatto anche il tecnico romano, Fabio Melillo: “È una ragazza fisicamente e tecnicamente di livello, ha un carattere coinvolgente nello spogliatoio: è un ritorno importante di un nostro prodotto del vivaio, capace di trasmettere quei valori che ci hanno portato in alto.”

Commento (0) Letture: 1369
Stampa

CRISTIANA MOSCA: “Le mie compagne mi hanno accolto benissimo, e debuttare dal primo minuto è stato difficile ma bellissimo!”

E' tornata alla corte di mister Melillo da circa 10 giorni, e poche ore dopo la firma del contratto, ha già giocato titolare contro la capolista Fiorentina: Cristiana Mosca, difensore classe '94, ha iniziato a giocare a calcio con un club maschile per poi vestire la maglia dell'Eurnova, prima di entrare nella grande famiglia della Res Roma nella stagione 2009/2010. Dopo 5 stagioni in giallorosso, con cui ha vinto i campionati di C, B e A2, ha militato 2 anni nel Grifone Gialloverde, prima di tornare alla corte di Fabio Melillo, che l'ha fortemente voluta e che le ha subito dimostrato stima schierandola dal primo minuto nel big match di sabato scorso.

Ciao Cristiana, tornare alla Res Roma è stata tutt’altro che una scelta difficile, un po' come tornare a casa?

Esatto! La Res Roma è la mia seconda famiglia e quindi non ho avuto dubbi. Inoltre credo sia arrivato il momento per raggiungere nuovi traguardi e per dare una svolta al mio percorso di crescita, confrontandomi ed allenandomi con atlete di altissimo livello.

Qualche anno lontano dalla Res... come giudichi questo breve percorso?

Questi anni lontano dalla RES sono stati comunque importanti, perché mi sono confrontata con una realtà societaria diversa, ho appreso un nuovo modulo e ho potuto conoscere delle persone fantastiche con le quali sono ancora in contatto. Inoltre ho fatto la mia prima esperienza da protagonista in serie B, e mi sono confrontata con giocatrici di buon livello, quindi tutto sommato sono stati anni positivi per la mia crescita.

Quali sono i tuoi obiettivi calcistici a breve e lungo termine?

L’obiettivo che mi sono posta questo anno è crescere calcisticamente e soprattutto divertirmi, poi se avrò l’opportunità di rendermi utile alla squadra lo farò con il massimo impegno. Non mi sono posta obbiettivi futuri, guardo solo al presente.

Come ti hanno accolta le nuove compagne di squadra?

Le mie nuove compagne mi hanno accolto nel migliore dei modi, alcune già le conoscevo e quindi è stato più facile inserirmi nella squadra. Penso di avere molto da imparare da ognuna di loro.

Fabio Melillo, un mister, un amico, un fratello….

Fabio è speciale, mi conosce da moltissimo e mi ha sempre trattato nel migliore dei modi. È l’artefice del mondo RES e mi ha sempre fatto sentire parte di una seconda famiglia, mi è sempre stato vicino anche nelle situazioni più spiacevoli e non mi risparmia consigli e appunti.

Domenica sei partita titolare. Quali sensazioni hai provato?

Difficoltà ce ne sono state molte nella partita di domenica, affrontavamo una delle squadre più forti del campionato ed era la prima volta che mi confrontavo con giocatrici di quel livello. Ovviamente inizialmente avevo paura di sbagliare, però le compagne già dal riscaldamento mi hanno aiutato sotto l’aspetto psicologico e una volta entrata in partita è andata molto meglio.

Sabato il Verona, che gara sarà?

Sarà un’altra gara difficilissima: il Verona è tra le grandi del calcio femminile italiano, e lo ha dimostrato oggi battendo il Brescia. Hanno giocatrici esperte e giovani di altissimo livello, e giocano un ottimo calcio soprattutto in fase offensiva: dovremo dare il massimo per regalare una gioia ai nostri tifosi, che anche contro la fiorentina, nonostante la sconfitta, ci sono stati vicini e non hanno mai smesso di incitarci.

Commento (0) Letture: 819
Stampa

Fiorentina - Res Roma 3-0

Marcatrici: 6' Bonetti 16' Linari 76' Adami

Fiorentina: Ohrstrom, Guagni, Linari, Adami, Mauro, Bonetti, Bartoli, Parisi, Caccamo, Carissimi, Tortelli. A disp.: Fedele, Orlandi, Salvatori Rinaldi, Vigilucci, Zazzera, Fusini, Ferrandi. All.: S.Fattori

Res Roma: Pipitone, Colini, Picchi (88' Labate), Coluccini, Palombi (75' Di Giammarino), Fracassi, Caruso, Greggi, Mosca, Martinovic, Simonetti (75' Giuliano). A disp.: Parnoffi, Ciccotti, Spagnoli, Simeone. All.: F.Melillo

Arbitro: Paletta di Lodi

Seconda sconfitta stagionale, prima fuori casa, per la Res Roma che si inchina alla capolista Fiorentina al termine di un match dominato dalle padrone di casa; in casa giallorossa pesano molto le assenze di capitan Nagni e Ciccotti mentre le viola dimostrano di meritare il primo posto a punteggio pieno, ottenendo la nona vittoria in altrettante gare ed esprimendo un gioco altamente spettacolare.

Mister Melillo deve sopperire alle importanti assenze di capitan Nagni e dei difensori Savini e Ciccotti, e manda in campo dal primo minuto il neo acquisto Cristiana Mosca, schierata in difesa accanto a Picchi e Colini; le chiavi del centrocampo sono affidate a Coluccini, Simonetti e Greggi, con Caruso e Fracassi sulle fasce; in attacco il tandem Martinovic - Palombi.

La Res Roma parte bene e al secondo minuto Greggi ci prova dalla distanza sugli sviluppi di un corner procurato e battuto da Caruso. Al quinto viola già in vantaggio: assist di Caccamo e battuta vincente di Bonetti che mette la palla alle spalle di Pipitone; sospinte dal vantaggio le viola sfiorano il raddoppio prima con Caccamo e poi con Bonetti. Al dodicesimo una gran rovesciata di Mauro costringe Pipitone ad una provvidenziale deviazione in corner; l'estremo difensore romano si ripete su Adami qualche minuto dopo ma nulla può al sedicesimo dinanzi alla conclusione di Linari che firma il 2 a 0 dall'altezza del dischetto.

Al venticinquesimo combinazione Greggi Simonetti Martinovic con quest'ultima che si ritrova sola dinanzi a Ohrstrom che in uscita salva il gol che avrebbe potuto riaprire la gara. Le viola riprendono a macinare gioco e alla mezz'ora sfiorano il tris con Adami, la cui conclusione da pochi passi è deviata in angolo da Picchi; successivamente è Pipitone a deviare un tiro dal limite di Bonetti mentre al trentasettesimo Palombi prova a sorprendere Ohrstrom dai trenta metri ma il tiro della bomber romana termina di poco fuori. Prima dello scadere Fracassi salva su Caccamo, lasciando invariato il risultato.

Nella ripresa il copione non cambia e la Fiorentina continua ad imporre il proprio gioco costringendo la Res Roma a difendersi. La prima occasione da gol della ripresa è di Adami mentre subito dopo vanno vicine al gol prima Parisi e poi Bonetti. Al ventesimo è il turno di Caccamo, emulata da Mauro qualche minuto dopo.

Alla mezz'ora il gol che chiude il match: corner di Caccamo e colpo vincente di Adami che firma il definitivo 3 a 0 per le viola che salgono a quota 27 punti, lasciando la Res Roma a quota 20.

Le dichiarazioni del tecnico romano Fabio Melillo: "La Fiorentina è una grande squadra ben costruita e ben messa in campo e oggi lo ha ampiamente dimostrato; per noi un passaggio a vuoto che ci sta, ma che fa male, perché abbiamo sbagliato l'approccio e quando si inizia male ci sono i demeriti del mister. Sappiamo che dobbiamo lavorare ancora tanto e questa partita lo dimostra."

Commento (0) Letture: 1056