Stampa

Res Roma - Chievo Verona 3-0

Marcatrici: 24' - 44' Nagni 50' Palombi

Res Roma: Pipitone, Colini, Picchi, Savini, Labate, Ciccotti, Greggi, Simonetti (90' Lommi) Fracassi, Nagni (85' Martinovic), Palombi (70' Romanzi). A disp.: Parnoffi, Coluccini, Orlando, Corrado. All.: F.Melillo

Chievo Verona: Gritti, Boni, Carradore, Coppola (75' Montecucco), Faccioli, Fuselli, Mascanzoni (58' Zamarra), Riboldi, Salamon, Sardu (55' Tombola), Solow. A disp.: Benincaso, Bissoli, , Visentini. All.: D.Zuccher

Arbitro: Cardella di Torre del Greco

Ammonita: Tombola (C)

Espulse: Colini (R) al 42' p.t. per rosso diretto - Ciccotti (R) al 89' per doppia ammonizione

Inizia nel migliore dei modi il campionato 2017/2018 della Res Roma, che batte 3 a 0 il Chievo Verona nel match valido per la prima giornata del campionato nazionale di serie A di calcio femminile

Il capitano Vanessa Nagni prende per mano le proprie compagne e le trascina a una gara sontuosa e senza storia, con il Chievo Verona che si rende pericoloso solo nei minuti finali cogliendo una traversa allo scadere con Montecucco. Nemmeno un arbitraggio incredibile ferma le ragazze di Fabio Melillo che giocano più di un tempo in 10 per l'espulsione diretta comminata a Colini, e nel finale restano addirittura in 9 per l'espulsione per doppia ammonizione di Ciccotti.

Mister Melillo deve fare a meno di Martinovic e Coluccini, lasciate entrambe in panchina, e manda in campo dal primo minuto Pipitone tra i pali, Labate, Colini, Fracassi e Savini in difesa, Picchi e Ciccotti a centrocampo, con Palombi Simonetti e Greggi che giocano alle spalle di Capitan Nagni.

Sospinte dal proprio pubblico le padrone di casa partono bene e sfiorano sin da subito il gol con la attivissima Palombi e con Nagni, autentiche spine nel fianco per la retroguardia ospite. La gara si sblocca al ventiquattresimo: insidiosa conclusione di Simonetti, corta respinta di Gritti, e tocco vincente di Nagni che deposita in rete l'uno a zero. L'inerzia della gara non cambia: il Chievo cerca di bloccare le giocate delle capitoline con sistematici falli a centrocampo, ma l'arbitro non estrae mai nessun cartellino, consentendo loro do continuare. Il primo cartellino del match viene inspiegabilmente alzato ai danni di Colini, che viene anticipata da Boni mentre tenta una sforbiciata. Per il direttore di gara l'intervento è addirittura da espulsione diretta. Nemmeno l'inferiorità numerica ferma Nagni che ad un minuto dal duplice fischio riceve da Palombi, supera in velocità la linea difensiva scaligera, e con un bel diagonale batte Gritti firmando il 2 a 0 con cui si va negli spogliatoi.

Nella ripresa il copione non cambia e al quinto minuto giunge il tris: Nagni s'invola sulla fascia, serve indietro Palombi che supera un'avversaria e firma il 3 a 0. Molto timida la reazione delle ospiti, affidata ai piedi della sempreverde Boni che però sembra predicare nel deserto. Solo nel quarto d'ora finale, con l'ingresso di Montecucco, le venete riescono a rendersi pericolose colpendo una traversa nel finale, subito dopo l'espulsione di Ciccotti, punita da due gialli molto generosi.

Da segnalare nel finale l'ingresso della giovanissima Lommi, al debutto assoluto in serie A.

Le parole post gara del tecnico romano Fabio Melillo: "Le ragazze hanno fatto veramente una grande partita, determinate fin dall'inizio e capaci di moltiplicare le energie dopo l'espulsione. Non siamo mai andati in difficoltà malgrado l'inferiorita numerica di un ora, abbiamo coperto il campo bene e dato un segnale forte: vincere in nove, con Coluccini e Martinovic in non perfette condizioni fisiche che ci hanno costretto a non impiegarle. Credo che con queste difficoltà vincere tre a zero con una squadra attrezzata come il Chievo sia veramente da considerare un evento eccezionale; purtroppo devo registrare qualcosa che ci rovina la giornata e sono veramente desolato: è stato un mezzo scempio dal punto di vista arbitrale, siamo stati assolutamente penalizzati e non dobbiamo tacere rispetto al risultato, anche perché ne pagheremo le conseguenze sabato prossimo a Torino. Il direttore di gara ha voluto ergersi a protagonista in una partita correttissima; da uomo di sport sono un po’ stanco di vedere certe cose, un delitto morale che, come sempre, non porterà conseguenze all'arbitro ma soltanto alla nostra squadra. Ecco come rovinare una bellissima giornata."

Commento (0) Letture: 1253
Stampa

All’Unicusano Stadium va di scena la Serie A: sabato c’è RES ROMA – CHIEVO VERONA

Dopo quasi due mesi di preparazione atletica, di lavoro tattico, di amichevoli e tornei, e del doppio confronto in coppa Italia, la Res Roma di Fabio Melillo si appresta finalmente a debuttare nel campionato di Serie A 2017/18.

Per le giallorosse è la quinta stagione consecutiva nella massima serie del calcio femminile: esattamente come accadde nel primo anno, il primo avversario della stagione è il Valpolicella (adesso Chievo Verona), giunto in serie A dopo aver vinto il girone A di serie B.

Nella stagione 2013/14 il confronto si giocò in terra veneta e la sfida terminò 3 a 3, con i gol capitolini realizzati da capitan Nagni, Vukcevic e Coluccini.

Il Chievo Verona in estate si è mosso benissimo e ha nettamente rinforzato la propria rosa, inserendo giocatrici di qualità ed esperienza, tra cui Sardu, Montecucco, Gritti e Fuselli; in casa Res Roma sono invece arrivate le giovanissime Orlando e Lommi, mentre è partita, direzione Juventus, la talentuosa Arianna Caruso.

Finora due partite ufficiali per entrambe le squadre, in Coppa Italia: le gialloblu hanno eliminato il Pro San Bonifacio, battuto 5 a 2 all'andata e 3 a 1 al ritorno, mentre la Res Roma ha eliminato le cugine dell'asd Roma, battute 1 a 0 all'Unicusano Stadium e 4 a 0 nella gara di ritorno.

"Sappiamo benissimo che sarà una gara difficile - ha dichiarato il capitano giallorosso Vanessa Nagni - perché il Chievo è un'ottima squadra, e ci terrà ad iniziare bene il nuovo corso in serie A. Ovviamente anche noi abbiamo lo stesso obiettivo, sia per deliziare il nostro pubblico che ci è stato accanto anche durante la fase della preparazione, e sia perché siamo consce che sarà una stagione difficile, in cui non potremo permetterci passi falsi. Cercheremo di dare il massimo e di vincere, perché chi parte bene è a metà dell'opera."

La gara si giocherà presso l’impianto Unicusano Stadium, via di Tor Bella Monca 497, Roma – start ore 15 – ingresso gratuito

SERIE A

1° giornata 30 Settembre 2017

Verona – Fiorentina

Empoli – San Zaccaria

Mozzanica – Juventus

Pink Bari – Brescia

Res Roma – Chievo Verona

Sassuolo – Tavagnacco

Commento (0) Letture: 682
Stampa

7 GOL ALLA LAZIO E VITTORIA DEL TORNEO DI PERUGIA: WEEK END DA INCORNICIARE PER LA RES ROMA

Week end ricco di successi per la Res Roma che sabato batte agevolmente la Lazio e domenica trionfa alla sesta edizioni del torneo di Perugia "Chiara Montagnoli Cup".

Un netto 7 a 1 chiude il match tra la Res di Fabio Melillo e la Lazio di Manuela Tesse: i gol giallorossi portano le firme di capitan Nagni, che trascina le compagne realizzando 3 gol, di Simonetti, autrice di una doppietta, di Greggi e Fracassi.

Nella sesta edizione del memorial "Chiara Montagnoli Cup", dedicato alla categoria Primavera, le ressine vincono tre match su quattro nella prima fase, chiudendola al primo posto, e nella finalissima battono le cugine dell'asd Roma per 2 a 0, grazie ai gol messi a segno da Labate e Lommi.

A Labate il premio come capocannonieredel torneo mentre Giada Greggi vince all'unanimità il titolo di miglior giocatrice.

Le dichiarazioni del tecnico della Res Roma Fabio Melillo: "Due giorni di lavoro importanti: abbiamo dato l'opportunità a tutte di far vedere crescita e prospettive e ho ricevuto risposte fondamentali sul lavoro che stiamo facendo per essere squadra, sia in A che in Primavera, abbiamo giocato sempre con entusiasmo e con i concetti giusti. Voglio complimentarmi con le ragazze per la serietà che mettono, tenevamo molto anche a questo torneo Primavera perché era una possibilità di capire come possiamo lavorare per difendere gli scudetti e ora sappiamo che abbiamo delle opportunità."

 

 

 

"CHIARA MONTAGNOLI CUP"

PRIMA FASE

  • Res Roma-Roma 0-0
  • Res Roma-Grifo Perugia 3-0

Marcatrici: Labate - aut.Silvioni - Greggi

  • Res Roma - Picchi SG 2-0

Marcatrici: Greggi - Labate

  • Res Roma-Ravenna 1-0

Marcatrice: Graziosi

FINALISSIMA

  • Res Roma - Asd Roma 2-0

Marcatrici: Labate – Lommi

Commento (0) Letture: 765
Stampa

UN WEEK END RICCO DI IMPEGNI PER LA RES ROMA

Week end ricco di gare per la Res Roma, che sabato prossimo affronterà in amichevole la Lazio e la domenica parteciperà alla VI^ edizione del torneo giovanile under 19 "Chiara Montagnoli Cup, organizzato dalla società Grifo Perugia.

Per la prima squadra di mister Melillo un’amichevole di prestigio e difficile, contro una squadra che in estate ha operato bene sul mercato e che è tra le favorite del girone D di serie B.

Per le ressine del team Primavera è la seconda partecipazione al torneo intitolato alla memoria di Chiara: nel 2013 le giovani giallorosse trionfarono nell'edizione dedicata alle Under 15, con Liberati e Labate che già da allora dimostrarono il proprio talento trascinando le capitoline alla vittoria nella finale contro la Stella Azzurra Arezzo.

“Ci stiamo preparando all'inizio della stagione cercando di fare più partite possibili con squadre di diverso livello sia maschili che femminili – ha dichiarato la preparatrice atletica della Res Roma, Claudia Ceccarelli - La prima squadra sta avendo un ciclo di sole amichevoli che culminerà sabato con un test impegnativo contro la Lazio Woman, squadra importante e rinnovata con giocatrici di livello, mentre domenica il gruppo Primavera sarà impegnato al “Chiara Montagnoli Cup”. Questa società non lascia mai nulla al caso, e nonostante il campionato primavera inizierà tardissimo, abbiamo bisogno che un gruppo così giovane e nuovo si abitui a giocare insieme da subito. Tutte le ragazze stanno bene, abbiamo lavorato duramente e con intensità, la condizione fisica cresce e potrà solo migliorare, dobbiamo partire forte.

Commento (0) Letture: 525
Stampa

Melillo: “L’obiettivo è salvarci e far emergere altri talenti; in coppa rinvio troppo affrettato. A Bertolini nessun consiglio, non ne ha bisogno!”

Il campionato ormai alle porte e gli obiettivi stagionali, il rinvio troppo affrettato della gara di Coppa, il nuovo ciclo della Primavera giallorossa, i complimenti e gli auguri a Milena Bertolini: mister Fabio Melillo spazia a 360° e fa una lunga disamina sugli argomenti del momento.

 

In campionato un inizio difficile: l'esordio in casa contro una neo promossa che si è mossa bene sul mercato, e poi la trasferta in casa della Juventus. Che avvio di stagione dobbiamo aspettarci?

Sarà un onore per noi incontrare subito due club professionisti: abbiamo un inizio davvero complicato, e partire bene poi è fondamentale. Inaugurare lo stadio della Juventus sarà un motivo di orgoglio per noi, speriamo di trovare le due squadre (che hanno cambiato tanto) ancora in fase di rodaggio.

Il calendario propone tante pause lunghe ma soprattutto impone che si giochi il 30 dicembre, scelta molto criticata da diversi club. Qual è la tua opinione a riguardo?

Ho sempre pensato che si gioca troppo poco: si potrebbero fare ad esempio i gironi di Coppa Italia per far disputare più partite; ero contrario alle 12 squadre proprio per questi motivi. Secondo me prendere degli spazi nei momenti di pausa del calcio maschile potrebbe aiutarci per ragioni di visibilità, casomai ben venga il calcio femminile a capodanno.

Via Caruso, ma confermate le altre "richiestissime" big giallorosse: dopo l'exploit dello scorso anno, quali sono gli obiettivi stagionali della Res Roma?

Intanto devo dire che ancora non ho metabolizzato l’addio di Caruso: quando crei un progetto di un certo tipo e si interrompe un discorso resta un rammarico immenso perché Arianna era una leader tecnica e di personalità, ben voluta da tutto l’ambiente; è un peccato davvero! Comunque l’obiettivo è la salvezza perché si tratta di un campionato difficilissimo, tutte hanno investito e noi per ragioni di bilancio siamo un po' al palo; dobbiamo fare una programmazione economica sana e prendere tanto solo per prendere non ha senso. Continuiamo a cercare il meglio in regione, anche se non è facile perché i talenti ci sono ma siamo tante società nei campionati nazionali e c'è un po' di confusione. Durante l’estate abbiamo cercato una decina di ragazze, ma tutte di livello assoluto perché avremmo voluto prendere un paio di giocatrici per migliorare l’organico, ma avrei voluto qualcuna capace di farci fare il salto di qualità. Se non risponde a questi requisiti preferisco lavorare con le giovani.

Dopo tre scudetti Primavera quest'anno per la Res Roma inizia un nuovo ciclo, senza le Top Player Palombi, Simonetti, Picchi e Giuliano, oltre alla già citata Caruso. Cosa devono aspettarsi i supporters giallorossi?

In primavera apriamo un ciclo completamente nuovo: oltre questi cardini fondamentali perdiamo anche Di Giammarino rispetto all’ultimo scudetto, ma credo che comunque abbiamo una squadra competitiva con gli innesti di Lommi, Orlando e della maltese Sciberras. Chiaramente molto conterà la crescita delle nostre ragazze: ci sono Pienzi, Graziosi e Chahid in crescita oltre alle certezze Natali, Parnoffi, Liberati, Corrado, Chiappa, Greggi e Labate, quindi lavoriamo con fiducia sia per il torneo Arco di Trento che per difendere i tre scudetti consecutivi.

Rinviata la gara di Coppa ma il campo stava benissimo e all'ora del match splendeva il sole. Un rinvio inopportuno e soprattutto fatto senza consultarvi…

Dispiace che non ci sia stato chiesto un parer: è evidente che se si andava al campo si sarebbe giocato perché il campo era perfetto; credo abbia inciso la disorganizzazione sociale nella quale viviamo: città che si bloccano con mezza giornata di pioggia, ma certo non è una bella pagina di calcio questo rinvio, perché secondo me almeno affrettato nella tempistica. Lavoriamo duro e tra tante difficoltà ci alleniamo per far sì che la programmazione abbia poi un riscontro pratico.

Bertolini al posto di Cabrini. Il segno di un cambiamento epocale: che consigli senti di dare alla tua amica e collega?

Niente consigli tecnici, è brava e preparata e conosce bene il campionato italiano; vorrei in genere vedere più coraggio e meno piangerci addosso; sappiamo di dover colmare un gap fisico ma non deve essere l’unica prerogativa. Abbiamo qualità tecniche e tattiche da esaltare, e su questo dobbiamo lavorare; siamo ancora una realtà importante nel mondo del calcio e abbiamo situazioni da esaltare, bisogna dare anche alle società dei mezzi per far crescere le ragazze. La Germania ha investito sulle società contribuendo dal punto di vista economico a questa crescita, qui non si ha un contributo mai, sono dodici anni di campionato nazionali e mai abbiamo avuto nessun incentivo. Comunque approfitto per augurare anche qui a Milena un buon lavoro e… daje!!!

Commento (0) Letture: 793
Stampa

RES ROMA, DOMENICA IL RITORNO DEL PRIMO TURNO DI COPPA ITALIA

E’ ancora tempo di Coppa Italia in casa Res Roma, con le giallorosse che domenica prossima saranno impegnate sul campo delle cugine dell’Asd Roma, nel match valido per la gara di ritorno del primo turno della manifestazione iridata.

Si riparte dall’uno a zero per il team di mister Melillo, che domenica scorsa ha battuto le rivali grazie ad un gol su rigore realizzato da capitan Nagni.

La vincente incontrerà nel secondo turno incontrerà chi passa il turno nel derby siciliano tra Catania e Nebrodi.

Mister Melillo potrà contare sui rientri di Corrado e Orlando, assenti nel match di andata perché impegnate con la Nazionale under 17, ma dovrà ancora fare a meno di Mosca, mentre saranno da valutare le condizioni di alcune atlete non in perfetta forma.

Le dichiarazioni del tecnico romano Fabio Melillo: “Qualificazione ancora tutta da giocare, mi aspetto una gara diversa come approccio mentale rispetto a domenica scorsa; è vero che noi fisicamente abbiamo caricato tanto e da questa settimana abbiamo iniziato a lavorare sulla brillantezza, ma comunque domenica mentalmente e per disponibilità non abbiamo fatto bene, quindi le ragazze devono essere motivate a fare meglio. Abbiamo ancora qualche ragazza che chiaramente non è al cento per cento, vediamo stasera alla rifinitura.”

Start ore 16.30 – Centro Sportivo Certosa – Via Dell’Aeroporto di Centocelle - Roma

Commento (0) Letture: 369