Stampa

SERIE A, 7^ GIORNATA: LA RES ROMA E’ DI SCENA A BARI

Dopo la sosta per la gara della Nazionale italiana, la Res Roma torna in campo per affrontare in trasferta la Pink Bari, nel match valido per la settima giornata del campionato nazionale di Serie A di calcio femminile.

Le ragazze di mister Melillo sono reduci dalle vittorie contro Empoli e Verona, mentre la Pink è reduce dalla sconfitta patita in terra bergamasca contro l'Atalanta.

Nove i punti in classifica per la Res Roma che finora non ha mai pareggiato: 3 vittorie ed altrettante sconfitte rappresentano il bilancio del cammino giallorosso nelle prime sei giornate di campionato; solo un punto invece per la Pink Bari, che ha perso in 5 occasioni ed ha pareggiato solo contro il Ravenna Woman, realizzando due reti e subendone sedici.

"Se dovessimo pensare solo a ciò che dice la classifica dovremmo sentirci favorite - ha dichiarato la centrocampista Flaminia Simonetti - ma il Bari finora ha ottenuto molto meno di quanto avrebbe meritato e ha messo in difficoltà ogni avversario, compresa la capolista Juventus. Hanno ottime individualità e un allenatore molto bravo. Anche storicamente la Pink rappresenta per noi un avversario ostico, e sul loro campo non abbiamo mai vinto. Sarà dura ma non possiamo permetterci passi falsi: il campionato è ancora lungo e la lotta salvezza sarà dura fino alla fine."

 

SERIE A

VII° Giornata 2 Dicembre 2017

 

Verona – Empoli

Brescia – Juventus

Fiorentina – Chievo Verona

Pink Bari – Res Roma

Ravenna Woman – Tavagnacco

Sassuolo – Atalanta

CLASSIFICA

Brescia - Juventus 18

Tavagnacco 13

Chievo Verona 10

Res Roma - Fiorentina - Atalanta 9

Verona - Ravenna 6

Empoli 4

Pink Bari 1

Sassuolo 0

Commento (0) Letture: 336
Stampa

Picchi: “Avvio positivo, in nazionale dovrebbe esser convocata anche Ciccotti”

 

A pochi giorni dalla ripresa del campionato, la talentuosa e tenace centrocampista della Res Roma, Miriam Picchi, traccia un primo bilancio di questo avvio di stagione, elogia il Brescia e consiglia alla c.t. Bertolini di convocare anche la giallorossa Claudia Ciccotti.
 

Ciao Miriam, tre vittorie e tre sconfitte: come giudichi questa prima parte di campionato?

Tre vittorie meritate e tre sconfitte in cui almeno in 2 potevamo fare di più, se scendevamo in campo con la stessa grinta che abbiamo messo nelle vittorie; comunque ci sta perché il campionato è difficile e competitivo. Un avvio positivo secondo me perché abbiamo già incontrato 2 Delle "grandi" e fatto 9 punti importanti che ci portano abbastanza alte nella classifica.

Come giudichi invece il tuo rendimento personale?

Credo che sto facendo un buon campionato ma c'è ancora tanta strada da fare.

Quale squadra ti ha impressionato di più e chi credi sia favorita per lo scudetto?

Le favorite per lo scudetto credo siano Brescia, Juve e Fiorentina e fino adesso mi piace molto come gioca il Brescia, anche se non l'abbiamo incontrato; è una squadra giovane come noi con qualità e molto competitiva, vedremo quando giocheremo contro se mi sbaglio o no.

Finalmente, grazie a Milena Bertolini, anche la Nazionale maggiore ha aperto le porte alle ragazze della Res Roma: cosa pensi delle convocazioni di Pipitone e Simonetti?

La convocazione in maglia azzurra di Pipitone è stra-meritata perché con noi ha sempre fatto la differenza e ci ha salvate molte volte; Flami è una ragazza che in azzurro c'è sempre stata e spero riesca a mantenere il suo posto lì tra le grandi! 

C'è qualche altra giallorossa che meriterebbe la maglia azzurra?

Io credo di sì; una Ciccotti come non convocarla?!

Sabato si torna in campo contro la Pink Bari: che match ti aspetti?

Sul campo della Pink io personalmente non ho mai vinto, in casa sono una squadra ostica che lotta su tutti i palloni e noi dovremmo dimostrare di esserlo più di loro. perché per tecnica e qualità la Res è superiore. ma ogni partita è a sé, e dipende da nostro atteggiamento. Spero di continuare sulla strada giusta e su un campo difficile conquistare 3 punti fondamentali!

 

 

Commento (0) Letture: 1260
Stampa

Clarissa Romanzi: “Difficile spiegare il mondo Res, bisogna viverlo”

Il calcio è fatto di atleti sopravvalutati, cioè idolatrati oltre i loro reali meriti, e di atleti sottovalutati, che hanno avuto poche copertine e pochi elogi, ma che meriterebbero fiumi di parole. Tra queste c’è sicuramente Clarissa Romanzi, esterno difensivo della Res Roma: atleta modello, sempre pronta a dare il massimo quando viene chiamata a giocare, persona solare e sempre disponibile.

Clarissa fa parte della storia della Res Roma e ci racconta il momento delle giallorosse, ci parla del suo amore per l’universo Res, e del momento che le giallorosse stanno vivendo.

 

Ultime due gare e due belle vittorie: partiamo descrivendo come hai vissuto i match contro Empoli e Verona

Vincere fa sempre bene al gruppo e avevamo bisogno di chiudere prima della pausa con questi punti importantissimi. Ad Empoli abbiamo iniziato un po’ timide ma piano piano siamo riuscite a prendere in mano la partita, mentre nello scontro con il Verona abbiamo saputo gestire tutto dal primo minuto e portare a casa il risultato. Sono state due gare dove sapevamo di poter fare tanto e dove non potevamo deludere le aspettative del mister.

Sei tra le colonne storiche di questa squadra: cosa ti lega maggiormente alla Res Roma?

Non basterebbe un’intervista sola per spiegare tutto, e dire l'amore per la maglia sarebbe davvero riduttivo e scontato; in poche squadre si provano le stesse emozioni e le stesse sensazioni che si provano qui, a livello personale devo tanto alla Res e devo tanto al mister, sempre presenti nei periodi buoni e meno buoni della mia vita. Quando si entra a far parte di questo mondo uscirne è sempre difficile e una volta usciti ci si rende conto che nulla ti da quanto la Res!

Quali sono i tuoi pregi e i tuoi difetti e quali quelli della Res Roma?

Un mio pregio è che sono una persona sempre sorridente anche quando le cose non vanno nel verso giusto tendo sempre a sdrammatizzare, un difetto è che sono tanto istintiva e un pò mi penalizza anche a livello calcistico. Per quanto riguarda la Res: un pregio è che una volta entrati ci si sente dentro una famiglia. Un difetto: mi verrebbe da dire che siamo una squadra troppo impulsiva e testarda ma forse a volte non sono dei difetti.

Molte squadre maschili hanno investito nel calcio femminile: cosa pensi di tutto ciò, e cosa daresti affinchè la Roma di Pallotta faccia con voi quello che Della Valle ha fatto con il Firenze?

Il calcio femminile sta prendendo sempre più piede, negli ultimi anni qualcosa si è mosso, questo fa piacere perché finalmente possiamo far conoscere la nostra realtà caratterizzata da tanto amore e tanti sacrifici, mi piacerebbe se la Roma di Pallotta prendesse in considerazione il progetto Res, il mister ha tirato su tutto questo da solo e sarebbe una soddisfazione immensa vederlo realizzare il suo sogno.

La Res ha le giovani migliori d'Italia, e i tre scudetti Primavera ne sono la prova: dove possono arrivare questi giovani talenti?

La Res ha sempre avuto un vivaio molto buono sotto un punto di vista calcistico e questi tre scudetti consecutivi sono stati strameritati, non so dirti dove arriveranno le giovani ma sono sicura che ognuna di loro farà tanta strada nella massima serie. Sperando che continuino a portare alto la maglia della Res.

Melillo, Nagni e Fracassi: tre aggettivi per tre persone che hanno fatto la storia di questo club...

Melillo: Ambizioso Buono e tanto Logorroico

Nagni: Responsabile Realista e Istintiva

Fracassi: Umile Combattente e Riservata

Chiudiamo con uno sguardo alla gara contro il Bari, subito dopo la sosta: che match ti aspetti?

Abbiamo già incontrato il Bari e sappiamo che è una squadra molto fisica e che non molla facilmente, non sarà facile come nessuna gara lo è stata e lo sarà; sono sicura che prepareremo la partita al meglio e che la squadra darà il massimo per portarsi a casa i 3 punti.

Commento (0) Letture: 575
Stampa

LABATE DA ATTACCANTE A TERZINO: CAMBIA IL RUOLO MA NON IL RENDIMENTO

“E’ merito del mister, e forse è il ruolo che più mi si addice”

Classe ’99 come anno di nascita, classe da vendere in ogni zona del campo, e nel suo caso il termine “ogni” non è usato a caso: con la Primavera ha vinto 3 scudetti da attaccante esterno, quest’anno in Serie A sta giocando ad altissimi livelli come terzino, e riesce ad essere fondamentale sia in fase di interdizione che in fase offensiva. Camilla Labate racconta il “magic moment” suo e della Res Roma…

 

Partiamo dalle ultime due vittorie: raccontaci le gare contro Empoli e Verona

Ad Empoli siamo entrate con la voglia di riscattarci dalle partite precedenti. Volevamo far vedere che siamo la stessa squadra agguerrita e unita dello scorso anno, e che possiamo competere anche con le squadre di alta classifica, e credo che questo si sia visto. Abbiamo lottato su ogni pallone e non abbiamo mai smesso di essere offensive, anche quando ormai avevamo il punteggio dalla nostra. Credo che gran parte del merito vada dato al centrocampo, dove abbiamo imposto alla meglio il nostro gioco. Contro il Verona siamo entrate con lo stesso spirito, aiutate anche dalla nostra curva. Penso che il gol a 22 secondi dall'inizio ci abbia dato la spinta in più che ci serviva per vincere la partita contro un'ottima squadra, che ha sempre cercato di imporre il suo gioco ma noi siamo state molto brave ad uscirne sempre e a essere decisive davanti la porta.

Da esterno d'attacco a terzino destro molto offensivo, con un grande rendimento. A cosa si deve questa tua metamorfosi?

È stata un'iniziativa del mister, che sin dal primo giorno di preparazione mi ha provato in questo ruolo, dove mi sono trovata subito bene, aiutata dalle compagne, soprattutto di reparto, che, fin dall'inizio, mi hanno dato fiducia. Sono entusiasta di questo cambiamento perché credo sia il ruolo che più mi si adatta per capacità fisiche e tecniche.

Capitolo Nazionale: cosa puoi dirci delle tue esperienze in azzurro?

In under17 è stata un'esperienza magnifica sotto ogni punto di vista perché mi ha aiutata a crescere sia a livello tecnico che mentale e per questo ringrazio molto il mister Rita Guarino, che mi ha sempre spronata a dare il meglio e non abbattermi mai. A ottobre, invece, ho avuto la mia prima chiamata in under19 con mister Sbardella, un’esperienza che mi è servita per confrontarmi con le altre ragazze della mia età e capire dove poter migliorare in questo nuovo ruolo.

Sbardella e Melillo, due grandi mister molto diversi tra loro: prova a descriverceli...

Fabio è stato il mio primo mister, che da subito ha visto in me delle potenzialità su cui lavorare, sin da quando giocavo come prima punta. Ora che faccio il terzino la cosa non è cambiata, anzi adesso è molto motivato affinché io faccia bene e cresca sempre di più. È un grande motivatore, che sa come e dove farci migliorare per arrivare a dare il nostro meglio. È molto attaccato alla maglia e per la nostra squadra morirebbe. Credo sia proprio lui il simbolo della nostra società. Sbardella tiene molto alla tattica e punta sempre alla perfezione di ogni reparto, affinché la squadra giri bene. Ovviamente, è difficile creare una squadra compatta con delle ragazze che vengono società diverse, ma lui è molto bravo in questo e riesce sempre ad ottenere dei buoni risultati.

Qual è il segreto della Res Roma e qual è il segreto di Camilla Labate?

I nostri segreti sono la combattività e il gruppo. Siamo molto unite e vogliamo sempre dare il massimo per vincere le partite. Amiamo la nostra maglia e non accettiamo facilmente la sconfitta. Un altro simbolo è sicuramente la curva che ci sostiene in ogni parte d'Italia e che ci incita per tutti e 90 i minuti, di ogni singola partita. Il mio segreto è la voglia di migliorare continuamente per me e per la mia squadra, e la testardaggine che mi ha spinto in questi anni a non mollare mai e a combattere per riuscire ad ottenere la maglia da titolare nella mia squadra.

Dopo la sosta ci sarà il Bari, un campo in cui non avete mai vinto. Che partita ti aspetti?

Una partita molto competitiva, in un terreno molto difficile, poiché espugnare il campo del Bari non è affatto facile ma credo fortemente nella mia squadra, nell'unione, che è la nostra forza, e nella voglia di combattere che mettiamo su ogni pallone.

Commento (0) Letture: 865
Stampa

RES ROMA, ALL’UNICUSANO STADIUM ARRIVA IL VERONA

Terzo match interno stagionale per la Res Roma che dopo aver già ospitato il Chievo e l'Atalanta, si prepara a ricevere il Verona nel match valido per la sesta giornata del campionato nazionale di Serie A di calcio femminile.

Le giallorosse sono reduci dalla bella vittoria esterna di sabato scorso, ottenuta ai danni dell'Empoli, ed occupano la sesta posizione del ranking con 6 punti all'attivo, frutto di due vittorie e tre sconfitte, con uno score di 8 reti fatte e 7 subite; un punto in meno per il Verona, che finora ha collezionato 1 vittoria, due pareggi ed altrettante sconfitte, con 6 reti all'attivo e sette subite.

Le scaligere vorranno riscattare il Ko di sabato scorso patito nel match interno contro l'Atalanta, mentre le capitoline dovranno confermarsi e conquistare punti fondamentali per la corsa salvezza.

In casa Res Roma sarà ancora assenti Coluccini e Mosca, mentre rientrerà Colini, assente per squalifica contro l'Empoli; probabile la conferma del modulo 4-3-1-2 con cui capitan Nagni e compagne hanno vinto sabato scorso.

"La vittoria di sabato scorso deve darci lo slancio per inanellare una serie di risultati positivi che ci consentano di allontanarci dalle zone basse della classifica - ha dichiarato la centrocampista giallorossa Giada Greggi - Il Verona è una squadra rinnovata che finora sta vivendo di alti e bassi, ma hanno un ottimo organico ed un allenatore molto esperto, quindi per fare risultato dovremo dare il meglio di noi."

Start ore 14.30 – Unicusano Stadium – Via di Tor Bella Monaca 497 – Ingresso gratuito

La gara sarà trasmessa in diretta streaming sulla Pagina Facebook della Lega Nazional Dilettanti (LND)

 

SERIE A

VI° Giornata 18 Novembre 2017

 

Chievo Verona – Brescia

Juventus – Sassuolo

Atalanta – Pink Bari

Res Roma – Verona

Ravenna Woman – Fiorentina

Tavagnacco – Empoli

Classifica

Brescia – Juventus 15 punti

Tavagnacco - Chievo Verona 10 punti

Tavagnacco 9 punti

Fiorentina 8 punti

Res Roma – Atalanta 6 punti

Ravenna – Verona 5 punti

Empoli 4 punti

Bari 1 punto

Sassuolo 0 punti

Commento (0) Letture: 408
Stampa

RES ROMA, CONTRO L’EMPOLI PER TORNARE A FARE PUNTI

Seconda trasferta consecutiva per la Res Roma, che sabato 11 novembre farà vista all'Empoli nel match valido per la quinta giornata del campionato nazionale di Serie A.

Le giallorosse sono reduci dalla sconfitta contro il Tavagnacco, arrivata allo scadere del primo tempo con due reti subite nei sessanta secondi finali, e in classifica hanno tre punti, frutto della vittoria nel match di esordio contro il Chievo Verona.

Quattro punti in classifica per l'Empoli, che dopo aver pareggiato la prima gare e perso successive due gare, è riuscito nell'impresa di espugnare il campo dell'Atalanta, battuta uno a zero con un gol nella ripresa.

Per le due squadre è la prima sfida in assoluto e non ci sono precedenti in nessun'altra competizione.

Mister Melillo dovrà fare ancora a meno delle infortunate Coluccini e Mosca e della squalificata Colini, espulsa contro il Tavagnacco; in dubbio anche la presenza di Fracassi, mentre Orlando, assente sabato scorso, dovrebbe recuperare ed essere tra le convocate.

"Siamo reduci da tre gare in cui non abbiamo fatto punti ma soprattutto contro il Tavagnacco abbiamo giocato bene e meritavamo di più - ha dichiarato l'attaccante giallorossa Melania Martinovic - Quello di sabato è un match per noi fondamentale, perché affrontiamo una diretta concorrente alla salvezza e non possiamo permetterci passi falsi. Dobbiamo fare punti e mi auguro di poter espugnare il campo delle nostre prossime rivali."

Serie A

5° Giornata 11 Novembre 2017

 

Verona – Atalanta

Brescia – Ravenna Woman

Empoli – Res Roma

Fiorentina – Tavagnacco

Pink Bari – Juventus

Sassuolo – Chievo Verona

Classifica

Brescia – Juventus 12 punti

Tavagnacco 9 punti

Fiorentina – Chievo Verona 7 punti

Ravenna – Verona 5 punti

Empoli 4 punti

Res Roma – Atalanta 3 punti

Bari 1 punto

Sassuolo 0 punti

Commento (0) Letture: 581