Stampa

La Res Roma batte il Verona e va in finale al Beppe Viola

Torneo “Beppe Viola – Arco di Trento”
Semifinale
Res Roma Verona 3-1
Marcatrici: Chiappa (R), Labate (R). Natali (R), Franco (V).

Verona Women: Forcinella; Tiberio (Franco), Meneghini, Santinato (Taverna), Cavalca; Zanoni, Poli, Goula; Osetta, Pasini, Giubilato. A disp.: Fenzi, Toldo, Barbieri, Pulliero. All.: Padovani.

Res Roma: Parnoffi; Chiappa, Orlandi, Liberati, Lommi, Pienzi, Graziosi, Corrado, Labate, Natali, Chahid (Cosentino). A disp.: Franco, Greggi, Caprera, Valentini. All.: Melillo.
Arbitro: Signor Laddomada di Trento (assistenti: Levati di Trento e Mantoan di Trento)

La Res Roma batte 3 a 1 il Verona nella semifinale del trofeo “Beppe Viola – Arco di Trento” e raggiunge per il terzo anno consecutivo la finale della prestigiosa kermesse giovanile.
Le giallorosse giocano una gara sontuosa, creano 7-8 palle nitide da gol, tra cui un penalty sbagliato, e conquistano il pass per la finale grazie ai gol di Chiappa, Labate e Natali.

Mister Melillo deve fare a meno di Greggi e manda in campo dal primo minuto Parnoffi tra i pali, Chiappa, Liberati, Lommi e Orlando in difesa, Pienzi e Corrado in mediana, con Chaid, Natali e Graziosi alle spalle di capitan Labate.

Pronti via ed è subito festa per le giallorosse che dopo sette minuti si portano già sul doppio vantaggio: al sesti cross dalla destra di Chaid e colpo di testa vincente di Chiappa; passa un solo minuto e capitan Labate realizza un penalty concesso per atterramento in area di Graziosi.
Sulla scia dell’entusiasmo le capitoline sfiorano il tris con Natali a cui si oppone in tuffo Forcinella.
Al ventesimo l’unica palla gol per le scaligere: tiro dal limite di Giibilato e grande parata di Parnoffi che devia in corner.
La Res Roma continua a dettare legge e sfiora il tris prima con un colpo di testa di Chaid e poi con Labate, la cui conclusione ravvicinata è deviata da un difensore. Allo scadere grande chanches per Natali che di testa supera Forcinella ma trova il salvataggio sulla linea di Giubilato.

Nella ripresa il copione non cambia e al terzo giunge il tris: corner di Orlando e colpo di testa di Natali che realizza il tre a zero.
Passa un solo minuto e il Verona riapre il match con Franco che dalla distanza beffa Parnoffi e sigla il 3 a 1.
Il gol è però solo un’illusione e sono ancora le romane a sfiorare il poker con Labate, tutta sola davanti a Forcinella, con Graziosi e con Natali. Alla mezz’ora secondo penalty per la Res ma stavolta Forcinella para la conclusione di Labate.

A fine gara festeggiano le ragazze di mister Melillo che in finale affronteranno la Fiorentina che ha battuto 2 a 1 l’inter.

“Abbiamo disputato un’ottima gara – ha dichiarato il capitano giallorosso Camilla Labate – Abbiamo concesso pochissimo e creato tanto contro un avversario di alto livello. Ora concentriamoci per la finale di martedì.”

Lascia il tuo commento

0
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato