Stampa

Res Roma - Atalanta 0-1


Marcatrice: 6' Pirone (A)

Res Roma: Pipitone, Picchi, Fracassi, Lommi (70' Savini), Labate, Ciccotti, Greggi, Simonetti, Palombi (65' Romanzi), Nagni, Martinovic. A disp.: Parnoffi, Chiappa, Liberati, Colini, Natali. All.: F.Melillo

Atalanta: Thalmann, Motta, Ledri, Stracchi, Piacezzi, Rizza, Pellegrinelli (70' Re), Alborghetti, Monterubbiano (60' Baldi), Scarpellini, Pirone. A disp.: Salvi, Fusar Poli. All.: E.Garavaglia

Arbitro: S.Menicucci di Lanciano

La Res Roma perde 1 a 0 contro l'Atalanta e rimedia la prima sconfitta interna stagionale al termine di un match molto fisico e tattico, ma poco spettacolare dal punto di vista del gioco.

Mister Melillo deve rinunciare alle infortunate Coluccini, Mosca e Colini, e alle Nazionali Orlando e Corrado, e opta per il modulo 4-3-3 con Pipitone tra i pali, Labate, Ciccotti, Lommi e Fracassi in difesa, Picchi, Simonetti e Greggi a centrocampo, Martinovic, Palombi e capitan Nagni in attacco.

Dopo soli sei minuti di gioco, alla prima vera occasione del match, le ospiti passano in vantaggio: punizione dalla tre quarti e palla all'ex Pirone che da pochi passi trafigge Pipitone, sigla l'uno a zero,  e non esulta per rispetto verso la curva giallorossa, di cui è stata l'idolo tre stagioni fa.

Le padrone di casa provano subito a reagire: per due volte nel giro di pochi minuti Martinovic viene proma anticipata al momento del tiro in porta e poi manda di un soffio a lato.
Il match prosegue con la Res Roma  che cerca di fare la gara ma le giallorosse appaiono confuse e sbagliano spesso l'ultimo passaggio, permettendo alle bergamasche di rendersi pericolose in contropiede con Pellegrinelli e Pirone.

Nella ripresa il copione non è diverso da quello visto nella prima frazione e le capitoline riescono a rendersi pericolose solo con sporadiche azioni offensive: al quinto Simonetti colpisce la parte alta della traversa, mentre al quarto d'ora è Labate a rendersi pericolosa dalle parti di Thalmann.
Al venticinquesimo l'arbitro assegna un corner alle ospiti ma Pirone si reca dalla direttrice di gara e ammette di aver toccato per l'ultima la palla, facendo assegnare alla Res la rimessa dal fondo.
Alla mezz'ora Piacezzi mette i brividi a Pipitone sfiorando il palo con un tiro da dentro l'area.
Due minuti dopo stessa sorte per Nagni che manca di pochi centimetri la porta difesa da Thalmann.
Nel finale occasioni anche per Labate e Martinovic ma non è giornata: nulla da fare per le romane che subiscono la prima sconfitta interna stagionale.

Le dichiarazioni del tecnico romano Fabio Melillo a margine del match contro le bergamasche: "Dobbiamo migliorare i particolari; le ragazze devono capire che la partita presenta tanti episodi e per farli girare a nostro favore, serve una lettura diversa di posizioni e traiettorie. È chiaro che giocavamo contro una squadra con interpreti importanti e che possiamo collocare sopra di noi come valore, ma la gara ha dimostrato che non siamo così lontani da quei livelli, però serve lavorare di più su ogni singola interprete, e loro devono lavorare per migliorarsi,con determinazione."

Serie A
3^ giornata

Empoli - Juventus 1-4
Sassuolo - Fiorentina 2-4
Pink Bari - Ravenna 0-0
Res Roma - Atalanta 0-1
Brescia - Tavagnacco 2-0
Verona - Chievo Verona 1-1

Classifica

Brescia - Juventus 9 punti
Fiorentina 7 punti
Tavagnacco 6 punti
Verona 5 punti
Chievo Verona 4 punti
Res Roma - Atalanta 3 punti
Ravenna 2 punti
Empoli - Pink Bari 1 punto
Sassuolo 0 punti

Lascia il tuo commento

0
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato