Stampa

Tavagnacco - Res Roma 4-0

Marcatrici: 11' - 25' - 28' Clelland 57' Sardu

Tavagnacco: Ferroli, Martinelli, Frizza (79' Pochero), Sardu, Tuttino, Clelland, Brumana, Cecotti, Del Stabile (46' Paroni), Filippozzi. A disp.: Copetti, Dri, Cotrer, Veritti, Minutello. All.: A.Cassia

Res Roma: Pipitone, Colini, Picchi, Fracassi, Ciccotti (11' Simeone), Greggi, Giuliano, Spagnoli (57' Labate), Martinovic (77' Palombi), Nagni, Simonetti. A disp.: Parnoffi, Romanzi, Mosca, Di Giammarino. All.: F.Melillo

Arbitro: Scialla di Vicenza

Ammonite: Fracassi (R) Filippozzi - Clelland (T)

Sonora sconfitta per la Res Roma che perde 4 a 0  sul campo del Tavagnacco: risultato bugiardo per quanto visto in campo con le giallorosse che creano diverse occasioni da gol, colpiscono tre traverse, si vedono annullare un gol e recriminano sia le tante assenze e sia l'uscita dal campo di Ciccotti dopo soli 11 minuti di gara.

Il Tavagnacco scende in campo al completo mentre mister Melillo deve rinunciare alle infortunate Savini, Caruso e Coluccini, con Nagni che scende in campo con qualche linea di febbre; il tecnico romano opta per il modulo 4-3-1-2 con Pipitone tra i pali, Giuliano, Spagnoli, Colini e Ciccotti in difesa, Picchi, Fracassi e Greggi a centrocampo, con Simonetti alle spalle del tandem d'attacco Martinovic - Nagni.

La prima conclusione in porta capita sui piedi di Clelland che entra in area e sfiora la traversa con un gran bel tiro a giro; la risposta della Res Roma giunge qualche minuto dopo con Simonetti che manda di un soffio alto dando l'illusione ottica del gol.

Sul rovesciamento di fronte il gol che sblocca il match: Camporese porge un assist d'oro a Clelland che prima si fa respingere il tiro da Pipitone e poi sulla ribattuta firma il gol dell'uno a zero. 

Nell'azione del gol oltre al danno anche la beffa con l'infortunio a Ciccotti che è costretta a lasciare il posto a Simeone: in difesa arretra Fracassi con la neo entrata che si sistema a centrocampo.

Al sedicesimo è ancora Clelland a seminare il panico nella retroguardia giallorossa ma stavolta Pipitone devia in corner.

Al diciottesimo la più grande occasione per la Res Roma: punizione dalla destra di Simonetti e colpo di testa di Martinovic che colpisce la traversa con la palla che vaga sulla linea di porta senza che nessuna riesca a spingerla dentro; un minuto dopo è Martinovic a fornire un bell assist a Simonetti che manda fuori da buona posizione. 

Al venticinquesimo il raddoppio delle padrone di casa nuovamente con Clelland che gonfia la rete romana con un tiro dal limite.

Passano tre minuti e Clelland concede il tris firmando il tre a zero su assist di Brumana.

Al trentaquattresimo Martinovic va in gol su assist di Simonetti ma il direttore di gara non convalida la rete su segnalazione del guardalinee.

Prima dell'intervallo è capitan Nagni a provarci con una conclusione dal vertice dell'area parata da Ferroli.

Ad inizio ripresa la Res Roma si riversa in attacco ma si espone inevitabilmente al contropiede friulano, e dopo un paio di occasioni create da Nagni e Martinovic, le padrone di casa colpiscono per la quarta volta con Sardu, che raccoglie un lancio di Brumana e firma il poker.

Al quarto d'ora le ospiti recriminano un penalty per una trattenuta in area ai danni di Martinovic, ma l'arbitro lascia correre.

Al ventesimo bella conclusione di Simonetti con Ferroli che si supera e devia sulla traversa e poi in angolo.

Un minuto dopo è ancora la traversa, la terza del match, a salvare il Tavagnacco sulla conclusione ravvicinata di Picchi.

Al ventiquattresimo è ancora Nagni a rendersi pericolosa con un bel calcio piazzato dal 25 metri che termina di poco alto.

Il Tavagnacco si rifà vivo in area romana alla mezz'ora prima con Clelland e poi con Sardu ma entrambe le volte la retroguardia ospite chiude bene ogni varco.

Al trentaduesimo provvidenziale uscita di Ferroli che con il corpo anticipa Martinovic.

Prima del triplice fischio ancora un'occasione per Nagni, che sfiora il palo della porta difesa da Ferroli, e per la neo entrata Labate che manda alto.

Le dichiarazioni del tecnico romano Fabio Melillo: "E' veramente difficile spiegare questo risultato: abbiamo prodotto 20 occasioni contro 10, e perso in maniera larga... sicuramente abbiamo sbagliato troppe cose in difesa che solitamente è un reparto che ci dà garanzie importanti, lasciando spazi ad un attaccante come Clelland che ci va a nozze; ma, torno a ripetere, oggi è andato tutto storto, già avevamo assenze pesanti e si è aggiunta Ciccotti, nostro perno indiscutibile. Vogliamo mantenere questa posizione con tutte le nostre forze, sentiamo di meritarlo per quanto fatto vedere sul campo."

Lascia il tuo commento

0
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato